Svizzera, 23 aprile 2020

Cassis voleva riaprire tutti i negozi già dal 27 aprile, "minata la credibilità del Consiglio federale"

Stando al “Tages-Anzeiger” il Consigliere federale Ignazio Cassis voleva che tutti i negozi potessero aprire a partire dal 27 aprile. Secondo quanto riporta il foglio zurighese in un articolo pubblicato mercoledì sera, Cassis si sarebbe fatto portavoce di un'alleanza composta da esponenti UDC, PLR e alcuni cantoni svizzerotedeschi, i quali volevano a tutti i costi che i commerci avessero la possibilità di aprire i battenti a partire da lunedì prossimo.

Ma senza successo. La proposta di Cassis, in seno al Consiglio federale, sarebbe stata bocciata martedì con un netto 6 a 1, quindi senza il sostegno di nemmeno la sua collega di partito Keller-Sutter o i due rappresentanti UDC. Una manovra che il “Tages-Anzeiger” definisce, forse un pò iperbolicamente, un “tentativo di colpo di stato”, perchè avrebbe rimesso in discussione il piano deciso dal Consiglio federale appena una settimana prima.

La manovra di Cassis, continua sempre il quotidiano zurighese,
rappresenta “un colpo alla credibilità sua e dell'intero Consiglio federale” in un momento delicato in cui “un governo che prevale sulla separazione dei poteri e governa in legge di emergenza deve fare uno sforzo speciale per allineare le sue politiche agli interessi del Paese, non ai desideri di una lobby”.

Cosa che il ministro degli Esteri non ha fatto, “superando così una linea” e per questo, conclude il Tages-Anzeiger, “l'intero Consiglio federale dovrà pagare caro per questo. D'ora in poi, ogni decisione solleverà dubbi sul fatto che una lobby venga privilegiata rispetto a altri interessi. Perché la contrattazione, il lobbismo, l'affermazione spietata di interessi particolari è ricominciata. Dove ciò non dovrebbe accadere nemmeno in tempi normali. Nella stanza del Consiglio federale”.  

Fonte

Guarda anche 

"Gli allentamenti non bastano, bisogna riaprire subito!"

Secondo la Lega dei Ticinesi gli allentamenti comunicati oggi pomeriggio dal Consiglio federale sono "totalmente insoddisfatta" e la Confederazione dovrebbe inv...
14.04.2021
Svizzera

"I test 'fai da te' dei frontalieri non siano a carico della Svizzera"

Il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri ha inoltrato oggi una mozione al Consiglio federale in cui chiede che i costi dei test “fai da te” dei frontalieri att...
14.04.2021
Svizzera

Strike: positivo al covid, esce di casa e provoca un incidente

SAN PAOLO (Brasile) – Verrebbe da dire… “ne avesse indovinata una!”. Davvero incredibile la giornata vissuta dall’ex Milan Luiz Adriano, ch...
08.04.2021
Sport

Roma: dai pranzi "anti-psicosi" di Virginia Raggi al sito per segnalare gli assembramenti

Dai pranzi "anti-psicosi" al ristorante cinese al sito dove segnalare i gruppi di cittadini che non mantengono la distanza di sicurezza. La parabola della sinda...
06.04.2021
Mondo