Mondo, 06 aprile 2020

Il discorso della regina Elisabetta ai britannici, "se rimarremo uniti vinceremo"

Per la quarta volta dall'inizio del suo Regno, Elisabetta II ha parlato ai sudditi britannici sull''emergenza coronavirus che ha sconvolto anche il Regno Unito. Il messaggio della sovrana è durato 4 minuti circa con un discorso che è voluto essere di incoraggiamento al Paese.

"Se rimarremo uniti vinceremo", ha detto Elisabetta II, vestita di verde. "Siamo in un momento che so essere sempre più difficile per la vita del nostro Paese, un momento di sconvolgimento, che ha portato dolore ad alcuni, difficoltà economiche a molti e ad enormi cambiamenti nella vita di tutti", ha esordito la regina. "Questa volta ci uniamo a tutte le nazioni del mondo in una sfida comune, usando i grandi progressi della scienza e la nostra istintiva compassione per guarire. Se restiamo determinati e uniti vinceremo noi." Immancabile, da parte della regina, un ringraziamento speciale per i medici e per tutto il personale sanitario impegnato negli ospedali per la lotta al coronavirus.

Elisabetta II ha cercato un moto d'orgoglio nei suoi sudditi, ha smosso il senso di comunità e di unione popolare con un discorso breve ma allo stesso tempo significativo: "Spero che nei prossimi anni tutti potranno essere orgogliosi di come hanno risposto a questa sfida. E coloro che verranno dopo di noi diranno che i britannici di questa generazione sono stati più forti di qualsiasi altro." La sovrana ha chiesto la massima auto-disciplina, in totale affidamento a quanto richiesto dal governo, contando sulla proverbiale determinazione del popolo britannico. Elisabetta II ha voluto colpire anche il cuore dei britannici, accennando ai tantissimi gesti solidali che in questi giorni arrivano da tutto il mondo. "Nel Commonwealth e in tutto il mondo abbiamo visto storie commoventi di gente che aiuta gli altri, consegnando pacchi di cibo e medicine, controllando i vicini o convertendo le imprese per aiutare i soccorsi", parole sentite e toccanti che puntano a sensibilizzare la popolazione.

Dopo un invito alla riflessione e alla preghiera, di qualunque credo religioso, Elisabetta II ha voluto ricordare il suo primo discorso del 1940, fatto insieme a sua sorella Margareth, quando la regina, allora ancora principessa, si rivolse ai suoi coetanei per tranquillizzarli quando furono allontanati dai loro cari e dalle loro famiglie durante la seconda guerra mondiale. "Oggi, di nuovo, molte persone sentiranno un doloroso senso di separazione dai loro cari. Ma ora, e poi, sappiamo, nel profondo, che è la cosa giusta da fare ", ha affermato Elisabetta II, guardando sempre dritto in camera.

"Grazie a quanti di voi resteranno a casa", ha esclamato Elisabetta II, ribadendo l'invito a non uscire per contenere la diffusione del coronavirus. "Torneranno giorni migliori. Saremo di nuovo con i nostri amici, saremo di nuovo con le nostre famiglie, ci incontreremo di nuovo", ha concluso la regina 93enne. Il video del discorso, ovviamente in inglese, è disponibile qui sotto.

Guarda anche 

Petroliera fuori controllo al largo dell'Inghilterra dopo che sono stati trovati dei clandestini a bordo

Una petroliera battente bandiera libanese sta navigando erraticamente al largo dell'Inghilterra da domenica mattina dopo che l'equipaggio ha lasciato i comandi a ...
26.10.2020
Mondo

L’FC Lugano calma le acque: “Migliorano le condizioni di Renzetti”

LUGANO – Dopo le dichiarazioni rilasciate al “Blick” dal diretto interessato, l’FC Lugano ha rilasciato un comunicato in merito alle condizioni di...
25.10.2020
Sport

Renzetti spaventa tutti: “Non riuscivo a camminare. Dovevo appoggiarmi al muro: mi hanno ricoverato”

LUGANO – Lunedì 12 ottobre l’FC Lugano ha comunicato che il presidente Angelo Renzetti era risultato positivo al coronavirus. Dopo quella notizia si &e...
25.10.2020
Sport

Lugano: una ripartenza dalla quarantena che fa sorridere

LUGANO – Ebbene sì: dopo una quarantena per Covid si può ripartire. Magari con gli stessi pregi e difetti di prima, magari con una tenuta fisica non p...
25.10.2020
Sport