Svizzera, 03 aprile 2020

Accusato di pagare cifre irrisorie agli operai, imprenditore rischia fino a 6 anni e mezzo di carcere

Un imprenditore lituano attivo in Romandia accusato di pagare compensi irrisori ai suoi operai in condizioni di lavoro illegali (ne parlavamo qui), rischia di rimanere in carcere per diversi anni.

Il secondo giorno del suo processo l'uomo, in detenzione preventiva dall'ottobre 2017, rischia una condanna di sei anni e mezzo di carcere e dieci anni di espulsione dal territorio svizzero.

Questa è la sanzione richiesta giovedì dal Ministero pubblico di Ginevra per i reati di traffico di esseri umani per mestiere, mancato pagamento degli oneri sociale, gestione difettosa o ancora abuso di fiducia.

Tra il 2013 e il 2017, l'imputato ha portato lavoratori dall'est e dal nord Europa a lavorare in cantieri di Ginevra, del canton Vaud e Vallese promettendogli salari "attraenti" di circa dieci euro orari. In realtà l'uomo li avrebbe pagati con compensi tra i 20 centesimi e 6,50 franchi all'ora. Inoltre, molti stipendi non sono stati interamente pagati e l'imprenditore non compensava le ore di straordinario.

L'uomo è anche accusato di aver esercitato violenza e pressioni su coloro che chiedevano una remunerazione migliore o minacciavano di sporgere denuncia. L'imputato, che è oggetto di venti denunce, contesta i fatti.

Il processo continuerà questo venerdì e il verdetto potrebbe essere reso in giornata.

Guarda anche 

2000 franchi per un piccolo appartamento, locatrice in manette per affitti esorbitanti a migranti clandestini

Faceva pagare 2000 franchi di affitto mensile per un piccolo appartamento, il cui prezzo ufficiale non dovrebbe superare i 1130 franchi al mese. Una proprietaria di immob...
26.10.2020
Svizzera

A 21 anni già due tentativi di omicidio, condannata a 9 anni di carcere e espulsa per 10 anni

A 21 anni ha già alle spalle due tentativi di omicidio e per questo dovrà passare 9 anni in carcere e poi espulsa verso il suo paese d'origine. Una cond...
17.10.2020
Svizzera

Richiedente l'asilo si masturbava davanti a ragazze sul treno, condannato (con la condizionale)

Si masturbava davanti a donne, anche minorenni, ma nonostante sia reo confesso non dovrà passare un giorno in carcere, né verrà espulso. Tra febbr...
12.10.2020
Svizzera

Al via il processo a Matteo Salvini, "sono assolutamente sereno"

È iniziato oggi il processo contro Matteo Salvini per aver impedito lo sbarco di una nave che trasportava un centinaio di migranti nell'estate del 2019. Il ...
03.10.2020
Mondo