Svizzera, 01 aprile 2020

Manor non pagherà più i suoi fornitori non-food

“A seguito dello stato di emergenza decretato dal Consiglio federale a causa dell'epidemia di Covid-19, tutti i negozi non alimentari che rappresentano l'80% del nostro fatturato sono stati costretti a chiudere le loro porte." È con questa osservazione che il gruppo Manor ha scritto ai suoi fornitori il 24 marzo scorso per informarli che “su istruzioni della nostra direzione generale, abbiamo dovuto prendere un certo numero di misure di emergenza, inclusa la sospensione dei pagamenti ai nostri fornitori non alimentari fino a quando la situazione non ritorna normale. "

Per i fornitori dell'azienda, che genera un fatturato di circa 3 miliardi di franchi, si tratta di una notizia drammatica, anche se nella missiva viene specificato
specificato che "siamo ovviamente impegnati a fare un bilancio con voi alla fine della revoca dello stato di emergenza ".

La direzione giustifica  questa misura drastica a causa "di una situazione totalmente imprevedibile di una portata finora sconosciuta e che si sta evolvendo alla velocità della luce".

All'inizio dell'anno, il gruppo Manor, con sede a Basilea, aveva annunciato una ristrutturazione della sua rete di 60 grandi magazzini e dei suoi supermercati e ristoranti Manor Food in Svizzera. Alla fine di gennaio, Manor aveva anche dovuto chiudere il suo negozio in Bahnhofstrasse a Zurigo a seguito di una disputa sull'affitto. La società conta attualmente circa 10'000 dipendenti.

Guarda anche 

Brasile, Copa America al via con il paese in ginocchio

BRASILIA (Brasile) - Nelle socrse settimane la Conmebol (la federazione sudamericana di calcio) ha chiesto al Brasile di organizzare la Copa America 2021 in sostituz...
14.06.2021
Sport

VIDEO - Ristoranti aperti solo all’esterno? Non ha spazio e fa mangiare i clienti sul wc!

NAPOLI (Italia) – In Italia, così come alle nostre latitudini, dovremo aspettare ancora qualche giorno per poter recarci al ristorante e poter pranzare o cen...
20.05.2021
Magazine

Ha il Covid ma prende i trasporti pubblici e va al lavoro: 1'600 franchi di multa

Sono 77 i decreti d’accusa finora emessi nel canton Argovia per violazione delle norme anti-Covid. Tra di essi, come riporta oggi la Aargauer Zeitung, ce ne sono al...
15.05.2021
Svizzera

Mascherine, tamponi e distanze sociali? L’Inter è campione e a Milano succede di tutto…

MILANO (Italia) – Era solo questione di giorni o di ore e ieri pomeriggio, col pareggio maturato a Reggio Emilia tra Sassuolo e Atalanta è diventato realt&ag...
03.05.2021
Sport