Sport, 17 marzo 2020

L’FC Lugano opta per il lavoro ridotto

Lo ha rivelato Renzetti, anche se alcuni giocatori al momento non hanno ancora accettato

LUGANO – Sono tempi duri, sono tempi complicati soprattutto per le imprese, per i liberi professionisti e anche per le società sportive che a causa del coronavirus hanno dovuto rinunciare a entrate importanti – botteghino, store, guadagni della vendita di bevande e cibo durante le partite – e tutti cercando di correre ai ripari per non ritrovarsi in difficoltà economiche.

Tra questi anche l’FC Lugano che – col campionato fermo fino al 30 aprile – ha deciso di ricorrere al lavoro ridotto. Lo ha confermato il presidente Angelo Renzetti ai colleghi del “Corriere del Ticino”. “Abbiamo richiesto il lavoro ridotto per tutta la rosa, solo tre giocatori al momento non hanno ancora accettato queste condizioni, ma nelle prossime 24 ore contiamo di far firmare anche loro”.

Insomma, grandi o piccole imprese, tutte si devono fare i conti non solo in tasca ma anche e soprattutto col Covid-19.

Guarda anche 

"Qui non vogliamo i positivi", in Calabria scoppia una protesta anti-migranti

Ha fatto scatenare una rivolta la notizia dell'arrivo di 13 richiedenti l'asilo positivi al Coronavirus a Amantea, cittadina della Calabria. Almeno 200 cittadini ...
13.07.2020
Mondo

Lugano da pazzi: 15’ di follia che costano punti e serenità

LUCERNA – È proprio vero. Il calcio è strano, il calcio è vario, il calcio è bello perché in pochi istanti può cambiare tu...
13.07.2020
Sport

Pazzesco Bale: non gioca e si mette a dormire in panchina!

MADRID (Spagna) – Che sia di fatto un separato in casa lo si era capito da mesi, che il suo futuro non sarà più con la maglia del Real addosso anche, ...
12.07.2020
Sport

Coronavirus. Obiettivo riaprire gli stadi: in Germania pensano ai test seriologici gratis per i tifosi

BERLINO (Germania) – Se in Svizzera almeno una parte dei tifosi, per ora, è potuto tornare all’interno degli stadi, nei maggiori campionati europei que...
13.07.2020
Sport