Svizzera, 15 marzo 2020

Le assoluzioni di Nicolas Blanco e Qaasim Illi annullate dal Tribunale federale

Il Tribunale federale ha annullato l'assoluzione di Nicolas Blancho e Qaasim Illi (nella foto), processati a seguito della diffusione di video di propaganda islamica da parte del Consiglio centrale islamico svizzero (CCIS) di cui fanno parte. La condanna del terzo membro del CCIS processato e autore dei video incriminati, Naim Cherni, è invece confermata.

I tre membri del comitato del CCIS erano apparsi il giugno 2018 davanti al Tribunale penale federale con l'accusa di aver infranto la legge che vieta i gruppi "Al-Qaeda" e "Stato islamico" dopo la trasmissione di due video girati da Naim Cherni in Siria. Solo quest'ultimo era stato condannato a una pena detentiva sospesa di 20 mesi.

In due sentenze emesse venerdì, il Tribunale federale conferma la condanna di Naim Cherni e annulla le assoluzioni di Nicolas Blancho e Qaasim Illi. Blancho e Illi vengono quindi deferiti nuovamente al Tribunale penale federale
che dovrà prendere una nuova decisione. I giudici di Bellinzona avevano ritenuto che il comportamento dei due assolti non fosse descritto a sufficienza dall'accusa.

Il Tribunale penale ritiene che Bellinzona abbia dimostrato un formalismo eccessivo. Le accuse mosse contro Naim Cherni erano stati sufficientemente dettagliati nell'accusa, mentre non era stato il caso per gli altri due accusati.

La denuncia, mossa dal ministero pubblico della Confederazione, riguardava un'intervista a un alto funzionario islamista, Abdallah Al-Muhaysini e un altro video di cui Al-Muhasyini era l'oggetto principale. Erano stati girati da Naim Cherni, direttore della produzione culturale della CCIS, durante un viaggio in Siria nell'autunno del 2015.

Uno dei video era stato pubblicato sul canale YouTube della CCIS mentre l'altro era stato diffuso in un hotel a Winterthur durante un evento organizzato dal CCIS.

Guarda anche 

Richiedente l'asilo respinto vince al Tribunale federale e chiede 60'000 franchi di risarcimento

Un richiedente l'asilo respinto ha vinto la causa contro il Canton Appenzello Esterno. Il Tribunale federale ha infatti stabilito che le autorità non hanno ris...
16.04.2024
Svizzera

Vive da sola in un appartamento sussidiato di 6 locali e il comune non può sfrattarla

In questi tempi di mancanza di alloggi c'è una persona che non ha problemi di spazio: una pensionata che abita sola a Zurigo in un appartamento di 6 locali fin...
13.04.2024
Svizzera

Costrette a togliere il velo dopo l’arresto, musulmane risarcite

La città di New York ha accettato di pagare 17,5 milioni di dollari per risolvere una causa intentata da due donne musulmane che sostenevano che la polizia aveva v...
09.04.2024
Mondo

Condannato a 18 anni di carcere e espulsione per aver mutilato la moglie

Un cittadino brasiliano è stato condannato martedì pomeriggio a una pena detentiva di 18 anni di carcere e all'espulsione dalla Svizzera per 15 anni. I ...
20.03.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto