Ticino, 28 febbraio 2020

Lugano, la lista Lega-UDC sprona i sostenitori: "Tutti a votare per difendere il terzo seggio!"

In una campagna elettorale, quella di Lugano, contraddistinta per ora dall'arrivo del Coronavirus e dalla questione aeroporto il rischio, per la lista Lega-UDC, è che prevalga l'astensionismo e un falso senso di sicurezza sulle probabilità di confermare l'attuale maggioranza relativa nel municipio. Il municipale Lorenzo Quadri ha quindi voluto sottolineare l'importanza di recarsi alle urne e di non adagiarsi sugli allori, nonostante le difficoltà palesate dagli altri partiti nell'allestimento delle liste. "Bisogna recarsi alle urne il prossimo 5 aprile. Sarebbe sbagliato cullarsi su false sicurezze e sugli psicodrammi degli altri partiti: il terzo seggio in Municipio non è per nulla garantito" ha affermato Quadri in conferenza stampa ieri sera.

Il municipale leghista ha poi ricordato le priorità della Lega e dell'UDC a Lugano, ossia la difesa del ceto medio, ceto medio "che merita rispetto". "La Lega non vuole che ogni problema si traduca in un aumento delle tasse e/o della spesa pubblica" ha proseguito Quadri, che ha poi messo in guardia su un possibile raddoppio della sinistra sulla scia della cosiddetta
"onda verde", raddoppio che per i luganesi significherebbe "conseguenze per i portafogli e le libertà dei cittadini".

Il municipale Michele Foletti ha invece voluto sottolineare il rischio dell'astensionismo, prevedendo che una bassa partecipazione sfavorisca più la lista Lega-UDC rispetto agli altri partiti. "Calasse la partecipazione, la lista subirebbe un calo. Questa proiezione è basata sui recenti risultati elettorali".

Ha poi preso la parola l'esponente dell'UDC Alain Bühler, che da parte sua ha voluto evidenziare l'ottima collaborazione tra il suo partito e la Lega. "L’alleanza con la Lega nata nel 2008 – ha detto Bühler -  ha consolidato i risultati l’anno scorso con la conferma dei seggi in Consiglio di Stato e l’elezione di un consigliere agli Stati. Un’alleanza quasi naturale perché gran parte del programma è condiviso. Dopo sette anni di buon governo durante i quali sono state risanate le finanze, ora ci sono le basi per far ripartire la locomotiva Lugano con i grandi progetti (Polo sportivo e Campo Marzio)".

Guarda anche 

Al Casinò di Lugano si cercano professionisti

Lugano- Il Casinò Lugano sta per sbarcare nel mondo del gioco online. Ormai mancano davvero poche settimane al lancio del nuovo brand della piattaforma...
25.09.2020
Ticino

Lugano, mercato in stallo: la prima partenza sarà Baumann?

LUGANO – Sono due gli argomenti che tengono banco in casa Lugano, fatta eccezione per il calcio giocato: il mercato in uscita che fatica a decollare e la cessione d...
25.09.2020
Sport

Ritrovare la giusta carica e serrare i ranghi

Cari Amici leghisti Da inizio mese ho assunto con molto piacere ed entusiasmo il compito di Segretario operativo del nostro Movimento. Il mio primissimo obiettivo &...
27.09.2020
Opinioni

“Aumento dei premi scandaloso e inaccettabile con la complicità di Berset”

Con un comunicato trasmesso ai media la Lega dei Ticinesi prende atto “con sconcerto” dell’aumento dei premi di cassa malati annunciato oggi, un aumento...
22.09.2020
Ticino