Sport, 18 febbraio 2020

Ambrì da playoff, Lugano ai playout: le sfide casalinghe dicono così

La speciale graduatoria dei match giocati davanti al proprio pubblico premia i leventinesi che sarebbero settimi in classifica, mentre i bianconeri sono noni

LUGANO – Manca sempre meno alla fine della regular season e questa sera, nonostante Lugano e Ambrì non scenderanno in pista, si disputeranno alcune sfide delicate per quanto concerne la parte calda della classifica. Se Davos-Zugo, al momento, non riguarda il presente delle due compagini ticinesi, gli intrecci Servette-Langnau e soprattutto Losanna-Friborgo possono dire molto sui prossimi 10 giorni delle formazioni del nostro Cantone.

La classifica, al momento, dice che il Lugano è settimo dopo il KO incassato sabato in casa contro il Ginevra, mentre l’Ambrì è 11° in seguito alle tre sconfitte filate, che hanno fruttato 2 punticini, della settimana precedente. I bianconeri, insomma, hanno il loro destino tra le mani, visto che nel weekend sfideranno Friborgo e Berna, in due spareggi annunciati, mentre ai leventinesi servirà un mezzo miracolo per ritrovarsi sopra la linea il prossimo 29 febbraio.

Ma c’è una graduatoria che ribalta in toto le forze ticinesi: quella dei match casalinghi. L’Ambrì, infatti, davanti al proprio pubblico ha costruito le sue fortune, totalizzando 39 punti in 23 partite, risultando la settima squadra della Lega. 10 vittorie piene, 2 dopo il 60’, contro 5 sconfitte incamerate dopo i regolamentari e 6 battute d’arresto: 67 le reti segnate, 56 quelle subite. Il Lugano, dal canto suo, sarebbe nono: ebbene sì, i bianconeri stanno ancora pagando il complicato inizio di stagione, tanto è vero che nelle 23 sfide giocate alla Cornér Arena, Chiesa e compagni hanno conquistato 37 punti. 11 le vittorie piene, 1 quella dopo i 60’ (contro lo Zugo), 2 i KO dopo i regolamentari e ben 9 i capitomboli pieni: 63 le reti segnate, 54 quelle incassate.

Da notare che il Losanna, che ha giocato soltanto 21 partite nella sua pista, nonostante il suo 6° posto in graduatoria, ha il peggiore rendimento casalingo con 29 punti ottenuti. La miglior squadra in casa è il Davos con 46 punti ottenuti in 21 partite, meglio dello Zugo che in 23 match interni ha conseguito 45 punti, esattamente come il Bienne.

Insomma, in casa Lugano nelle ultime 2 partite casalinghe bisognerà migliorare queste statistiche per non gettare al vento i 29 punti conquistati lontano dalle rive del Ceresio.

Guarda anche 

Tra rinvii e porte chiuse l’hockey continua fino a dicembre

LUGANO - Prima delle restrizioni prese dal Consiglio federale ieri, che di fatto riportano il campionato di hockey a tornare a essere una competizione a porte chiuse, si ...
29.10.2020
Sport

Nättinen l’incontenibile: l’ennesimo colpo riuscito di Duca, nel ricordo di Kubalik

AMBRÌ – 8 gol in 5 partite di campionato: la media è tanto semplice, quanto disarmante. 1,6 a partita. 1 rete nell’unica sfida giocata in Coppa ...
29.10.2020
Sport

FC Lugano: Mattia Bottani positivo al Covid

LUGAN O – Si allarga a macchia d’olio la situazione relativa ai contaggi da Covid-19 e, ovviamente, anche il mondo dello sport non può che esserne tocc...
28.10.2020
Sport

L’FC Lugano calma le acque: “Migliorano le condizioni di Renzetti”

LUGANO – Dopo le dichiarazioni rilasciate al “Blick” dal diretto interessato, l’FC Lugano ha rilasciato un comunicato in merito alle condizioni di...
25.10.2020
Sport