Sport, 16 febbraio 2020

“Ginevra più bravo di noi e con più voglia”: Walker inchioda il Lugano

Il numero 91 dei bianconeri ha fotografato la sconfitta maturata ieri sera alla Cornèr Arena contro le Aquile

LUGANO – Dopo il trionfo ottenuto nel derby e la vittoria conseguita a Losanna, dopo i rigori, il Lugano ha terminato la sua settimana con un KO interno contro il Ginevra davvero particolare. I bianconeri per 40’ non hanno certo brillato, anzi, hanno incontrato tante difficoltà nell’andare al tiro e nell’impensierire Descloux, eppure sono stati 2 errori individuali a condannare i bianconeri, pronti però a fare autocritica: “Il Ginevra è stato più bravo di noi – ha sintetizzato Julian Walker – Sono stati in grado di giocare in modo solido e quadrato, evidentemente troppo solido per noi che abbiamo davvero faticato. Magari ci è mancata un po’ di fortuna, ma la colpa è solo nostra, siamo noi i responsabili”.

Stranamente avete approcciato male alla partita…
Evidentemente il Ginevra aveva più voglia di noi di pattinare, di lottare, di vincere gli uno contro uno e così diventa complicato anche solo seguire il proprio piano di gioco. Con l’andare del match le cose un po’ sono cambiate ma evidentemente non è stato abbastanza.

Ti rigiro la domanda: non avete certo giocato bene, eppure vi condannano due errori individuali. Vuol dire che anche se non vi esprimete al massimo potete sperare di affrontare con fiducia ogni avversario?
Questo è vero e lo sappiamo. Alla fine non abbiamo sempre giocato alla grande come vorremmo, ma seguiamo sempre il nostro sistema, non abbiamo mai provato a inventare nulla. Questo è positivo perché con la testa ci siamo.

Alla fine gli altri risultati vi favoriscono…
Io direi che quei risultati fanno ancora più male perché avevamo la grande occasione non solo di staccare definitivamente quelle dietro, ma di restare attaccati a Bienne e Losanna. Anche pensando al futuro prossimo… non si sa mai. Quindi fa proprio male!

Guarda anche 

1'000 spettatori sulle tribune: siamo alla resa dei conti?

BERNA – In un clima sempre più del terrore, fatto di numeri (a volte non esattamente chiari), di futuro incerto e di un presente non limpido, la decisione pr...
19.10.2020
Svizzera

“Il mio amore per la vela ha radici molto profonde”

LUGANO - L’amore di Andrea Colombo per la radici profonde. Tutto è partito da quando lui frequentava il Ginnasio a Canobbio: aveva 14 anni.Un ...
20.10.2020
Sport

“Futuro tutto da scrivere Certo, la National League…"

BIASCA - È un ragazzo semplice, Loïc Vedova. Figlio di una terra di emigrati e di gente stoica come la Vallemaggia, sin da bambino ha cullato i...
19.10.2020
Ticino

Una zona Cesarini che salva il Lugano

VADUZ - Marcis Oss, giocatore lettone cresciuto nello Spartaks e prestato allo Xamax nelle ultime due stagioni, ieri sera ha vestito i pan...
18.10.2020
Sport