Svizzera, 08 febbraio 2020

Filiale della Posta sanzionata per aver pagato salari troppo bassi

La Commissione federale della posta (PostCom) ha sanzionato la filiale de La Posta Epsilon per non aver rispettato i minimi salariali nel settore dei servizi postali, infliggendogli una multa di 180'000 franchi.

PostCom aveva constatato che Epsilon aveva violato la legislazione nazionale in vigore dall'inizio del 2019 sui salari minimi per il personale responsabile della distribuzione dei giornali, hanno riferito sia PostCom che La Posta in due comunicati stampa trasmessi giovedì. Epsilon accetta questa decisione e rinuncia al ricorso al Tribunale amministrativo federale.

Epsilon, registrato presso PostCom come fornitore di servizi soggetto all'obbligo di comunicazione ordinaria, è tenuto a rispettare tutte le disposizioni legali in vigore nel settore postale, in particolare quelle relative al rispetto delle normali condizioni di lavoro nel settore . Dal momento che la Epsilon non ha concluso un contratto collettivo di lavoro (CCT), si devono applicare i requisiti minimi del settore postale, pari a 18,27 franchi orari.

La violazione delle condizioni di
lavoro costituisce per una società soggetta all'obbligo di annuncio ordinario un'infrazione particolarmente grave: PostCom, nel suo comunicato, riferisce aver tenuto conto di questo fattore nel determinare l'importo della sanzione. Nonostante la gravità dell'infrazione, "sin dall'inizio, sia La Posta, che rappresenta la sua controllata nel procedimento, e la stessa società hanno dimostrato la volontà di sanare le irregolarità rilevate.

Il lavoro di revisione salariale è stato avviato al primo contatto da PostCom, ancora prima dell'apertura della procedura. Inoltre, Epsilon ha già annunciato di aver adeguato tutti gli stipendi che richiedono un adeguamento al rialzo e ha compensato le irregolarità salariali pagando retroattivamente le differenze osservate dal 1 ° gennaio 2019, con un interesse del 5%.
Il comitato ha tenuto conto di questi sforzi riducendo l'importo dell'ammenda. Secondo la decisione di PostCom, la conformità degli stipendi deve essere finalizzata entro il 31 marzo 2020.

Guarda anche 

Poliziotto sanzionato per non aver creduto a una vittima di minacce

Un poliziotto di Ginevra è stato sanzionato per non aver tenuto conto della testimonianza di una donna minacciata dal marito. Appena qualche settimana dopo esse...
28.04.2022
Svizzera

Christian Levrat voleva 12'000 franchi di risarcimento prima di cominciare a lavorare alla Posta

Venerdì prossimo, Christian Levrat si dimetterà dal Consiglio degli Stati. Appena finite le ultime votazioni in parlamento, il 51enne dovrà preparars...
24.09.2021
Svizzera

Impiegati della Posta facevano chiamate a vuoto per fare pause, scoperti (con metodi discutibili) e denunciati

Quest'estate, La Posta ha scoperto che da alcuni mesi le chiamate in uscita dalle linee del servizio clienti erano diventate improvvisamente più numerose e pi&...
06.09.2021
Svizzera

La collocatrice posticipa l'incontro, il Tribunale federale gli toglie le indennità di disoccupazione

Perde le indennità di disoccupazione perchè la collocatrice posticipa l'incontro mensile e lui presenta le ricerche di lavoro in ritardo. È su...
14.11.2019
Svizzera