Ticino, 03 febbraio 2020

Lettera aperta alle FART, "è normale che allievi e lavoratori siano costretti a stare in piedi?"

La situazione del trasporto pubblico da Locarno a Bellinzona fa parecchio discutere. Lo testimonia una lettera inviataci da un lettore.

“Questa mattina – scrive –, per esempio, a Tenero-Mappo il bus delle FART era già pieno e la gente che saliva era costretta a stare in piedi fino a Bellinzona. Cosa assolutamente non normale, visto e considerato che l’azienda (lautamente sovvenzionata) dispone di diversi bus “doppi”, che però fa circolare praticamente vuoti negli orari non di punta”.

“Mi chiedo se sia normale che centinaia di studenti – che pagano biglietti o abbonamenti –, così come i lavoratori, debbano essere costretti a stare in piedi, mentre bus più capienti vengono tenuti “a riposo” nei depositi...”.

Guarda anche 

In arresto due stranieri per droga

Il Ministero pubblico, la Polizia cantonale e le Guardie di confine comunicano che il 23.02.2020 sono stati arrestati due cittadini stranieri residenti all'estero. I ...
23.02.2020
Ticino

Misure anche in Ticino, domani ve ne saranno altre

Le autorità federali e cantonali stanno seguendo costantemente la situazione di diffusione del Coronavirus in Italia. Il canton Ticino da tempo si sta preparando a...
23.02.2020
Ticino

“Coronavirus”: quando arriverà in Ticino saremo veramente pronti?

BELLINZONA – “Seguendo l’evoluzione appena fuori dai nostri confini (in Lombardia vi sono 10 Comuni in quarantena, eventi pubblici annullati, chiusura d...
23.02.2020
Ticino

Ordinaria follia al Rabadan. Solo ieri 9 diffide

Purtroppo non per tutti il Carnevale è sempre e solo sinonimo di divertimento e allegria, come dovrebbe essere. E anche questa edizione non fa eccezione. Questa...
22.02.2020
Ticino