Svizzera, 03 febbraio 2020

"Vorrei vedere cristiani ed ebrei distrutti per mano di Allah"

A dirlo è l'imam Abu Ramadan, secondo il quale "la lapidazione degli adulteri è una punizione appropriata"

L’imam Abu Ramadan, noto anche come “il predicatore dell’odio”, si è reso protagonista dell’ennesima uscita contro chi non professa il suo credo. Come riportato da Tio e la SonntagsZeitung, l’uomo di Bienne ha denigrato tutti i non credenti, affermando che”non vale la pena parlare con loro, solo Allah può riportarli in vita”.

Ramadan – scrive il portale ticinese – ha anche descritto la lapidazione degli adulteri come una punizione appropriata. Nei confronti del 66enne sono pendenti due procedimenti penali: per sospetta frode all’assistenza sociale e per sospetta discriminazione razziale.

In tempi non sospetti, aveva espresso la volontà di “vedere distrutti ebrei e cristiani per mano di Allah”.

Guarda anche 

Coronavirus, altri due casi in Svizzera: sono nei Grigioni

Sale a quattro il numero di contagi da coronavirus in Svizzera. Dopo i casi accertati in Ticino e a Ginevra, nella mattinata di oggi le autorità sanitarie&nbs...
27.02.2020
Svizzera

Svizzera, c'è il secondo caso di coronavirus

C’è un secondo caso confermato di coronavirus in Svizzera. Si tratta di un informatico di 28 anni residente a Ginevra, da poco tornato da Milano. Lo ha indic...
27.02.2020
Svizzera

Coronavirus, l'Italia sospende Dublino e i rinvii di richiedenti l'asilo

Tramite un comunicato trasmesso ieri ai media, la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha reso noto che l'Italia ha deciso unilateralmente di sospendere, fino a...
27.02.2020
Svizzera

Coronavirus in Ticino, i 'cugini' d'oltrealpe: "Chiudete il Gottardo"

L’ufficialità del primo caso di contagio da nuovo coronavirus in Ticino è arrivata ieri per bocca delle autorità federali. In un secondo moment...
26.02.2020
Svizzera