Mondo, 29 gennaio 2020

Forte terremoto nei Caraibi, evacuati edifici a Miami

E' stata revocata l'allerta tsunami diramata nei Caraibi dopo la potente scossa di terremoto di magnitudo 7.7 registrata tra Cuba e Giamaica in mare a 10 km di profondità e a 117 chilometri a nordovest dalla città costiera di Lucea in Giamaica. Lo riporta l'ANSA.

"La minaccia di uno tsunami legato al sisma è passata, non ci sono più rischi", ha comunicato il Centro di allerta degli tsunami nel Pacifico. L'allerta riguardava sei paesi: Cuba, Honduras, Messico, Belize, Isole Cayman e Giamaica.

La forte scossa è stata avvertita anche a Miami, in Florida, dove alcuni edifici in centro città sono stati evacuati in
maniera precauzionale. Alcuni media locali hanno riferito che all'avvertire della scossa alcuni residenti hanno lasciato immediatamente gli edifici e si sono riversati per strada. Il potente terremoto è stato avvertito nella capitale cubana L'Avana, dove diversi edifici sono stati evacuati, così come in diverse province dell'isola. Lo riportano i media cubani.

"Il terremoto - riferiscono i media locali - è stato percepito in molte province, come Guantanamo, Santiago de Cuba, Holguin, Las Tunas, Cienfuegos, L'Avana, Pinar del Rio e il comune di Isla de la Juventud". Secondo il portale di informazione ufficiale Cubadebate, non si segnala alcun danno immediato.

Guarda anche 

Attacco all'arma bianca vicino alla sede di Charlie Hebdo, almeno due feriti

Un uomo e una donna sono stati accoltellati venerdì a Parigi, nei pressi della vecchia sede del giornale Charlie Hebdo, proprio mentre si tiene il processo per gli...
25.09.2020
Mondo

Il riso Uncle's Ben cambierà logo e nome nel 2021 per "combattere il razzismo"

Dopo diversi mesi di riflessione, il gigante agroalimentare Mars ha finalmente deciso di sostituire il nome e l'immagine del suo famoso marchio di riso Uncle's Be...
24.09.2020
Mondo
Mondo

Referendum ed elezioni regionali in Italia, stravince il sì mentre pareggiano centrodestra e centrosinistra

Gli italiani hanno plebiscitato il referendum costituzionale approvando con quasi il 70% di "sì" la modifica costituzionale che riduce il numero di parla...
22.09.2020
Mondo