Svizzera, 29 gennaio 2020

Vendeva documenti falsi ai connazionali per aiutarli a ottenere il permesso di soggiorno, arrestato

Il Ministero pubblico di Ginevra sta indagando su possibili frodi commesse nell'ambito del programma "Papyrus", un programma volto a regolarizzare gli stranieri residenti illegalmente sul territorio del cantone. L'inchiesta finora ha portato all'arresto di un uomo lo scorso 13 gennaio, rivela la "Tribune de Genève".

"Un accusato è sospettato di aver prodotto e venduto diversi documenti falsi", ha detto martedì il portavoce del procuratore di Ginevra Marc Guéniat. Le indagini mirano ora a determinare l'entità della frode.

L'allerta era stata data dall'ufficio cantonale della popolazione e delle migrazioni (OCPM). Questi sono i suoi controlli "che hanno identificato situazioni di frode, che sono state denunciate all'accusa", ha osservato Laurent Paoliello, portavoce del Dipartimento per la sicurezza, l'occupazione e la salute.

Secondo la "Tribune de Genève", l'uomo arrestato è un kosovaro che avrebbe aiutato decine di compatrioti a ottenere il permesso di soggiorno producendo documenti falsi.  

Guarda anche 

Il governo britannico annuncia la fine della libera circolazione, "entrano solo lavoratori qualificati che parlano inglese"

Il governo britannico ha svelato mercoledì il suo nuovo sistema di immigrazione a punti post Brexit, che entrerà in vigore alla fine del periodo di transizi...
20.02.2020
Mondo

Il PLR confonde Schengen con la libera circolazione

Che cosa c'entra i turisti, i visti d'entrata e l'accordo di Schengen con la votazione sulla libera circolazione del prossimo 17 maggio ? Assolutamente n...
20.02.2020
Svizzera

La Grecia chiede aiuto all'UE per rimpatriare i migranti sul suo territorio

Il ministro della migrazione greco Notis Mitarachi (nella foto) ha dichiarato lunedì di aver chiesto ufficialmente aiuto all'Unione europea per rimpatriare i r...
18.02.2020
Mondo

"In Europa è vietato dirlo ma l'immigrazione in realtà è un'invasione organizzata"

In occasione di una visita al confine sud dell'Ungheria il primo ministro Viktor Orbán ha dichiarato, a un gruppo di giornalisti presenti, che le descrizioni d...
17.02.2020
Mondo