Svizzera, 08 gennaio 2020

Giovane migrante ritrovata morta nel canton Vaud, arrestato un connazionale

Scomparsa da ormai più di 10 giorni, da venerdì 27 dicembre, la 17enne afgana Sara M. è stata ritrovata morta lunedì scorso a Yverdon, nel canton Vaud. Quel giorno aveva lasciato Baulmes per recarsi a Yverdon, a una decina di chilometri di distanza, e incontrare il suo fidanzato.

Martedì la polizia vodese, oltre a confermare l'identità della vittima, ha riferito che la morte della giovane è stata violenta. “La vittima è stata probabilmente uccisa diversi giorni prima della sua scoperta, lunedì mattina intorno alle 11 del mattino" si legge nel comunicato delle forze dell'ordine, citate da LeMatin.ch. Se non vengono rilasciati ulteriori dettagli sulle circostanze e le modalità con cui la 17enne è rimasta uccisa, la polizia ha fatto sapere di aver effettuato un arresto.

Arresto che, secondo LeMatin, sarebbe del fidanzato con cui la giovane doveva incontrarsi, un 19enne cittadino afgano, e quindi connazionale della vittima, residente nella regione di Losanna. Dopo essere stato ascoltato più volte dagli inquierenti è stato posto in detenzione preventiva.

Guarda anche 

Svizzera

Vicenda Crypto, diversi politici sapevano delle attività di spionaggio

La vicenda riguardante la società Crypto e i documenti d'archivio segreti rivelati continuano a scuotere il mondo politico svizzero. La stampa domenicale ripor...
16.02.2020
Svizzera

"La sentenza svizzera posso buttarla nella spazzatura"

L'ex presidente della Federcalcio tedesca (DFB) Theo Zwanziger (nella foto) ha duramente criticato la giustizia svizzera, tre settimane prima di un processo nel caso ...
16.02.2020
Svizzera

Un Consigliere nazionale è indagato dalla Turchia per sostegno al terrorismo

La Turchia ha aperto un’inchiesta penale nei confronti del consigliere nazionale basilese Mustafa Atici (PS, al centro nella foto), secondo quanto riferisce il gior...
14.02.2020
Svizzera