Svizzera, 15 dicembre 2019

Mobilità, presto il mobility pricing al posto della vignetta?

Il Consiglio federale ha annunciato venerdì di voler sostituire le tasse esistenti sulla mobilità con un sistema tariffario legato al chilometraggio, sistema anche conosciuto con il nome di Mobility pricing. Il governo ha quindi incaricato il Dipartimento dell'Ambiente e il Dipartimento delle Finanze di sviluppare un progetto che possa garantire il finanziamento a lungo termine delle infrastrutture di trasporto.

Il nuovo concetto dovrà esaminare concretamente se sia opportuno integrare la tassa per l'uso delle strade nazionali, (la vignetta autostradale), la tassa sui veicoli a motore e la tassa sui veicoli elettrici nel nuovo sistema.

Questa riflessione si basa su un'analisi dell'efficacia dei prezzi della mobilità effettuata utilizzando l'esempio della regione di Zugo. A causa dei notevoli sovraccarichi del traffico, le tariffe chilometriche sono state fissate più elevate nelle ore di punta (dalle 7:00 alle 9:00 e dalle 17:00 alle 19:00) rispetto al resto della giornata.

L'analisi avrebbe dimostrato che il mobility pricing può aiutare a ridurre il traffico di punta in conurbazioni molto congestionate. A seconda dello scenario principale, il volume del traffico nelle ore di punta può essere ridotto del 9-12% per il traffico motorizzato individuale e del 5-9% per il trasporto pubblico. Il numero di arterie stradali sovraccariche è quindi diminuito complessivamente.

Ciò riempe gli obiettivi del mobility pricing come definito nei principi del rapporto strategico 2016, che è quello di ridurre il picco di traffico su tutti i modi di trasporto. Per consentire a Cantoni e Comuni di lavorare in questa direzione, il Consiglio federale intende anche facilitare l'attuazione di progetti pilota.

Guarda anche 

Per Pasqua tutti a sud, lunghissima colonna al Gottardo

Gli automobilisti dovranno armarsi di pazienza prima di partire per le vacanze. Mentre l'ingorgo nel tunnel del Gottardo aveva raggiunto i 12 km giovedì ser...
15.04.2022
Svizzera

Credit Suisse accusata di aver riciclato fondi provenienti dal traffico di droga

Credit Suisse, insieme a uno dei suoi consulenti, due cittadini bulgari e un ex dipendente della banca Julius Bär da lunedìsi trovano a processo a partire ...
08.02.2022
Svizzera

Un educatore pedagogico condannato per traffico di droga

Da educatore di bambini e adolescenti a spacciatore di droga. Un ex impiegato del carcere per adolescenti e giovani adulti di Pramont (VS) è stato condannato pe...
26.01.2022
Svizzera

"Pappone" attivo a Zurigo condannnato a 50 mesi di carcere

Il tribunale distrettuale di Zurigo ha condannato un cittadino bulgaro di 35 anni a 50 mesi di prigione per traffico di esseri umani, aggressione e incitamento alla prost...
12.11.2021
Svizzera