Mondo, 09 dicembre 2019

Sciopero generale, la Francia verso una settimana di paralisi

Gli utenti dei trasporti pubblici in Francia dovranno probabilmente armarsi di molta pazienza, soprattutto a Parigi, all'inizio di una settimana cruciale per la riforma delle pensioni il cui contenuto dettagliato sarà presentato mercoledì.

Mentre il traffico di treni e metropolitane è molto disturbato da giovedì, giorno in cui ha avuto inizio la massiccia mobilitazione contro il "sistema universale" di pensionamento voluto da Emmanuel Macron, si prevede un lunedì nero per i trasporti pubblici a causa dell'attesa affluenza nelle stazioni quando solo il 15-20% dei treni dovrebbe circolare.

"Vedremo un miglioramento, ma ci saranno molte più persone. Vi è quindi il rischio di saturazione sulle stazioni e sulle banchine ", ha avvertito Agnès Ogier, direttore della comunicazione della ferrovia pubblica SNCF, invitando" tutti coloro che possono a limitare i loro spostamenti in treno".
Le prospettive non sono peraltro migliori per martedì, secondo giorno di mobilitazione a cui hanno aderito i sindacati CGT, FO, Solidaires e FSU.

A Parigi, 10 linee della metropolitana su 16 saranno chiuse e c'è un "alto rischio di saturazione della rete" all'inizio della settimana. Sotto pressione dopo un giovedì di mobilitazione che ha visto in strada oltre 800'000 manifestanti, il governo francese deve sollevare il velo su una riforma pensionistica ancora poco chiara.

Essa prevede un "sistema universale" a punti che dovrebbe sostituire dal 2025, o poco più tardi, i 42 regimi esistenti (generale, dipendenti pubblici, privati, speciali, autonomi, complementari) ed essere "più giusto". Ma i suoi critici denunciano una "precarizzazione" dei pensionati.
Il presidente Emmanuel Macron e il Primo Ministro Philippe Philippe pranzano lunedì con i ministri più implicati nella riforma e i leader della maggioranza. Nel pomeriggio, l'alto commissario Jean-Paul Delevoye riceverà le parti sociali al fine di "trarre conclusioni" dal dialogo iniziato a settembre.

Quindi il Primo Ministro presenterà mercoledì la riforma "dell'intero progetto".
Questo piano ha "l'ambizione di salvare il sistema sociale francese, e per nulla dello smantellamento come viene caricaturato dagli oppositori", afferma l'entourage del capo dello Stato. "Siamo in grado di fornire risposte estremamente positive a molte persone che soffrono di ingiustizie nell'attuale sistema: donne, agricoltori e in particolare colore con percorsi compromessi", afferma Philippe.

Guarda anche 

Macron ha perso la maggioranza dei seggi in Parlamento

La République en Marche (Lrem), il partito politico fondato dal presidente francese Emmanuel Macron nel 2016, ha perso la maggioranza assoluta dei s...
21.05.2020
Mondo

Presidente di un'associazione pro-migranti ucciso da un richiedente l'asilo che ospitava

La polizia francese ha arrestato un richiedente l'asilo afgano sospettato di aver ucciso il presidente di un'associazione che fornisce assistenza a migranti e ric...
15.05.2020
Mondo

Coronavirus, primo caso in Francia già a dicembre

“Avevo un forte dolore al petto, mi mancava l'aria e allora sono andato all'ospedale”. Comincia così la testimonianza di Amirouche Hammar, un 4...
06.05.2020
Mondo

Anche Francia, Italia e Spagna sulla via del deconfinamento

Diversi paesi europei cominciano a loro volta questa settimana ad allentare le restrizioni imposte per contrastare la diffusione del Coronavirus e seguono così il ...
04.05.2020
Mondo