Mondo, 11 novembre 2019

IKEA abolisce il Natale e lo rimpiazza con "festa d'inverno", "questa sottomissione al politicamente corretto sta diventando estenuante"

IKEA è stata criticata per aver usato il nome neutro "Winterfest" (letteralmente “festa d'inverno”) per la sua collezione di decorazioni che include palle dell'albero di Natale, calendari dell'avvento e Babbo Natale giocattolo, ma che nonostante l'evidente richiamo all'evento religioso ha usato il nome della stagione in cui si tiene.

Alcuni credono che usare un termine stagionale neutrale invece di menzionare il Natale sia stato da parte di IKEA un tentativo maldestro di prevenire le critiche degli “attivisti del politicamente corretto”. Per questi ultimi, il problema sarebbe che l'origine religiosa della festa sarebbe offensiva per i non cristiani.

Una delle persone che accusano IKEA Danimarca di aver preventivamente placato una piccola minoranza vocale a spese della sua base di clienti è Peter Skaarup, leader del Partito popolare danese, attualmente terzo per grandezza in base al numero di deputati in parlamento.

"Mentre la stragrande maggioranza dei danesi non vede l'ora di celebrare il tradizionale Natale danese, IKEA si è preparata a decorare una 'festa d'inverno'" ha scritto su Facebook Skaarup, aggiungendo che questo continua sottomissione al politicamente corretto “sta diventando estenuante”.

La multinazionale, da parte sua, si è difesa sostenendo di non avere problemi con il Natale e che il nome della collezione è stato scelto per motivi puramente commerciali, non per promuovere un'agenda politica.

"Quattro volte all'anno pubblichiamo una collezione che è legata a una stagione piuttosto che a una festività specifica", ha spiegato il portavoce di IKEA Danimarca Christian Mouroux, citato dall'emittente pubblica danese DR. "Ora stiamo entrando nella stagione invernale e abbiamo creato una gamma di prodotti che pensiamo dovrebbe essere buona per l'intero periodo." Sostiene che non sarebbe diverso che nominare una collezione estiva “collezione di Ferragosto”.

Ma Skaarup non ha creduto alla spiegazione e di non riuscire a capire perché IKEA non potesse "semplicemente chiamare una linea di prodotti natalizi per quello che è".

Guarda anche 

Il Consigliere di Stato Norman Gobbi in visita in alcuni Comuni del Mendrisiotto

Continuano le visite del Direttore del Dipartimento delle istituzioni Norman Gobbi nei Comuni ticinesi. I temi all’ordine del giorno degli appuntamenti con alcun...
17.05.2022
Ticino

Il coming out di Daniels: "Sono gay e voglio giocare a calcio"

Jake Daniels, 17enne attaccante del Blackpool (seconda divisione inglese), è il primo calciatore professionista in attività a dichiarare pubblicamente di...
17.05.2022
Sport

Rissa a due passi dal confine: spunta una coltellata

Una violenta rissa è avvenuta ieri sera in Via Bellinzona a Ponte Chiasso, a pochi passi dalla dogana. Una decina di persone sono state coinvolte nella lite, fr...
17.05.2022
Ticino

La Francia ha un nuovo primo ministro

La 61enne Elisabeth Borne (nella foto) è stata nominata primo ministro della Francia dal presidente Emmanuel Macron lunedì, due ore dopo le dimissioni del s...
17.05.2022
Mondo