Mondo, 11 novembre 2019

La Turchia ha iniziato a espellere i jihadisti "occidentali" in Europa, "sono vostri, fatene quello che volete"

La Turchia ha iniziato lunedì ad espellere i membri stranieri del gruppo dello Stato Islamico (ISIS) che detiene, annunciando il “rimpatrio” di un jihadista americano e la successiva espulsione di altri 24, tra cui 11 francesi e 10 tedeschi.

"Un terrorista straniero americano è stato espulso dalla Turchia dopo aver completato tutti i passaggi", ha dichiarato il portavoce del governo Ismail Catakli, senza specificare verso quale destinazione.

Ha detto che altri due jihadisti, uno tedesco e il secondo danese, sarebbero stati rinviati lunedì.

Altri sette "terroristi stranieri di origine tedesca saranno deportati giovedì", ha aggiunto, citato dall'agenzia statale Anadolu.

Inoltre, sono in corso procedimenti per il prossimo rinvio di altri 15 jihadisti: 11 francesi, due tedeschi e due irlandesi, secondo la stessa fonte.

L'inizio dell'espulsione di jihadisti stranieri da lunedì era stato annunciato venerdì dal ministro degli interni turco Süleyman Soylu.

"Inizieremo da lunedì", ha detto in un discorso ad Ankara. "Non c'è bisogno di correre in tutte le direzioni: vi rispediremo i membri dell'ISIS. Sono vostri, fatene quello che volete", ha aggiunto.

Il ministro turco non ha specificato quali paesi erano coinvolti in questa misura, ma in particolare si è rivolto all'"Europa" durante il suo intervento.

Sospettato da tempo di consentire ai jihadisti di attraversare il suo confine per raggiungere la Siria dall'inizio del conflitto che ha lacerato il paese mediorientale dal 2011, la Turchia, colpita da numerosi attacchi commessi dall'IS, si è unita alla coalizione anti-jihadista nel 2015.

Ma Ankara è stato accusato nelle ultime settimane di indebolire la lotta contro elementi dispersi dell'ISIS lanciando, il 9 ottobre, un'offensiva contro la milizia curda delle Unità di protezione del popolo (YPG), milizia che ha (o aveva) in custodia diverse migliaia di prigionieri dell'ISIS.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato venerdì che la Turchia ha catturato 287 persone che erano fuggite dal carcere per i membri dell'ISIS in Siria dallo scoppio dell'offensiva di Ankara.

Guarda anche 

La Basilica di Santa Sofia tornerà ad essere una moschea?

In perdita di velocità sin da quando ha perso il sindacato di Istanbul, il presidente turco Recep Erdogan sta moltiplicando le iniziative per invertire la tendenza...
07.07.2020
Mondo

Ecco i tre vincitori dello “Swiss Stop Islamization Award 2020”

Lo scopo dello Swiss Stop Islamization Award, ideato nel 2018 dal movimento politico “Il Guastafeste” di Giorgio Ghiringhelli (www.ilguastafeste.ch), è...
12.05.2020
Svizzera

"Un premio destinato a chi combatte la letale 'islamopandemia'"

E’ partita nelle scorse settimane l’organizzazione della terza edizione del premio nazionale ideato dal movimento politico “Il Guastafeste” allo s...
21.04.2020
Svizzera

Migranti: la minaccia turca

Mentre in queste settimane non si parla che quasi esclusivamente e comprensibilmente dell’emergenza generata dalla pandemia da Coronavirus, molto poco si dice di un...
15.03.2020
Mondo