Sport, 27 ottobre 2019

Balotelli la combina subito grossa: “Ha preso a calci la mia macchina fotografica”

Un fotografo presente a bordo campo durante Genoa-Brescia lo accusa: “Ci vuole rispetto per chi lavora”

GENOVA – Da poco tornato a disposizione di Eugenio Corini, subito al centro di qualche discussione in campo e fuori, e subito pronto a mettersi in mostra per la prima “balotellata”: Mario Balotelli torna a far parlare di sé. E non in positivo. L’attaccante del Brescia, sostituito ieri sera durante Genoa-Brescia, dopo una prestazione non entusiasmante, è finito nei guai per aver distrutto la macchina fotografica di un fotografo da sempre vicino al Grifone.

Massimo Lovati attraverso un lungo post sui social lo accusa di averla presa a calci in un momento di rabbia dopo la sua sostituzione, colpendola e facendola voltare per alcuni metri.

“Io con la mia fotocamera Canon con l’obiettivo Canon 8/15 mm che anche stasera ho posizionato su un piccolo trepiede e remotata con cavo da 35 metri dietro la porta sotto la gradinata sud allo stadio Ferraris di Genova per documentare da dietro la porta azioni durante la partita Genoa-Brescia. Il signor Balotelli quando è stato richiamato in panchina la ha usata come fosse un pallone e l’ha calciata contro i rotors della pubblicità. Mi ha subito chiamato il raccattapalle che aveva assistito alla scena raccontandomi l’accaduto. Ho constatato che la fotocamera e il booster erano vistosamente danneggiati (la cassa della fotocamera spaccata) e la fotocamera non funzionava piu. Bella impresa prendersela con un oggetto di lavoro!! Non ho parole e volutamente non faccio commenti. Ho comunque parlato a fine partita con il Dott. Piovani Direttore del Brescia calcio e gli ho mostrato la fotocamera danneggiata e l'obiettivo: gli ho detto che settimana prossima avrei portato il tutto da Camera Service Milano, centro autorizzato Canon, per verificare i danni e quantificare il costo della eventuale riparazione o sostituzione, sia per la fotocamera, sia per il booster e l’obiettivo. Questi sono strumenti delicatissimi che non devono essere presi a calci. Avvilito comunque è dire poco: rispetto, ci vuole rispetto per persone che lavorano e per i loro strumenti!!!”.

Guarda anche 

Con mascherine e guanti: il campionato continua!

MANAGUA (Nicaragua) – Mentre in giro per il mondo praticamente tutti i campionati di calcio sono stati sospesi – in Europa fa eccezione al Bielorussia –...
26.03.2020
Sport

“Il coronavirus: come un camion che ti investe. Eroi chi vive in 70mq con tre figli”

BIRMINGHAM (Gbr) – “Ho avuto i primi sintomi settimana scorsa, sono stati giorni difficili in cui ho preso ogni precauzione per non contagiare chi vive con me...
24.03.2020
Sport

Birra in comune e metro affollata: Atalanta-Valencia ha dato il via al contagio incontrollato in Lombardia

BERGAMO (Italia) – È senza dubbio la zona d’Italia più colpita dal coronavirus, quella in cui si contano più infettati e, purtroppo, anch...
22.03.2020
Sport

Coronavirus. In Bielorussia il campionato è partito a porte aperte. Il rimedio? “Bevete tanta vodka e fate la sauna!”

MINSK (Bielorussia) – Fa quasi impressione a dirlo, ma in Bielorussia neanche il coronavirus ferma il calcio: nonostante 51 casi di positività al COVID-19, i...
20.03.2020
Sport