Ticino, 25 ottobre 2019

Rapinatore italiano voleva fare l'agente di sicurezza in Ticino

In Italia era stato condannato per rapina ed era stato oggetto di un DASPO (divieto di accedere a manifestazioni sportive) a seguito di eventi violenti accaduti nel 2010. In Ticino era indagato per truffa, falsità in documenti e contravvenzione alla legge federale sull’assicurazione infortuni. Eppure un cittadino italiano pretendeva il rilascio dell’autorizzazione per lavorare come agente di sicurezza in Ticino. Il Tribunale federale, con sentenza pubblicata oggi, ha però respinto il ricorso dell’uomo, ritenendolo “manifestamente infondato”.

La richiesta di autorizzazione era stata presentata nel maggio 2017. La polizia cantonale l’aveva respinta, in virtù dei precedenti in Italia nonché dell’inchiesta aperta in Ticino a carico dell’uomo. Era inoltre emerso che dal 2011 al 2015 l’aspirante agente di sicurezza era stato in cura da uno psichiatra e che in quel periodo aveva dovuto assumere psicofarmaci.

Il cittadino italiano ha contestato la decisione della Polizia dapprima davanti al Consiglio di Stato, poi al Tribunale cantonale amministrativo. Entrambe le volte invano. Nel settembre scorso ha quindi presentato ricorso al Tribunale federale, chiedendo l’annullamento della sentenza cantonale e il rilascio dell’autorizzazione per lavorare come agente di sicurezza in Ticino.

Ma anche i giudici federali hanno evidenziato che “i precedenti a carico del ricorrente bastano a dimostrare che egli non presenta sufficienti garanzie per un corretto adempimento delle sue attività, sia perché denotano un carattere violento sia perché, avendo di nuovo interessato le autorità penali, provano che è propenso a delinquere”. Essi hanno quindi respinto il ricorso dell’uomo, ponendo a suo carico le spese giudiziarie di 800 franchi.

Guarda anche 

Condannato a 13 anni di carcere per aver ucciso un'anziana nel 1998

La polizia zurighese aveva scoperto il corpo di una donna di 86 anni nella sua villa a Küsnacht. La vedova era stata ritrovata sdraiata nella lavanderia con le bracc...
25.11.2021
Svizzera

Vendeva funghi "miracolosi", il TF condanna un medico

Una dottoressa naturopata è stata deferita al tribunale del Giura per aver attribuito virtù terapeutiche al consumo dei suoi funghi. Il servizio giurassiano...
24.11.2021
Svizzera

Picchiato fino all'invalidità per delle avances, carcere e espulsione per l'aggressore

Un cittadino portoghese è stato condannato a 51 mesi di reclusione dal tribunale regionale del Giura-Seeland bernese per un violento atto di gelosia, condanna asso...
20.11.2021
Svizzera

Aveva aggredito e stuprato una donna su un treno a Zurigo, richiedente l'asilo condannato e espulso

L'episodio risale a marzo 2020: tre richiedenti asilo nordafricani attaccano una donna di mezza età nel vagone ristorante di un treno e la derubano, poco prima...
19.11.2021
Svizzera