Svizzera, 24 ottobre 2019

Partita in Siria, rischia di perdere il passaporto svizzero

Una donna di 30 anni che apparentemente vive in Siria potrebbe presto perdere la cittadinanza svizzera. Il Segretariato di Stato per la migrazione (SEM) ha avviato una procedura per il ritiro della cittadinanza contro di lei, che oltre a quella svizzera ha anche la cittadinanza francese e tunisina.

La SEM ha pubblicato queste informazioni nell'ultimo foglio ufficiale della Confederazione. La legge sull'acquisizione e la perdita della nazionalità prevede il ritiro se la condotta della persona naturalizzata "è gravemente pregiudizievole per gli interessi o la reputazione della Svizzera". Ciò vale in particolare "se la persona commette un reato grave in relazione ad attività terroristiche", secondo l'ordinanza sulla nazionalità svizzera. In questo caso, non viene però specificato quali sarebbero stati gli che giustificano il ritiro del passaporto.

Ma "per quanto ne sappiamo, questa persona sarebbe in Siria", ha detto mercoledì all'agenzia Keystone-ATS Lukas Rieder, portavoce del SEM, confermando le informazioni fornite dalla RTS. Il ritiro non è ancora definitivo, in quanto la diretta interessata ha ancora un mese per opporsi.

Guarda anche 

22 podi in stagione: lo sci svizzero domina la Coppa del Mondo

ADELBODEN – Non è una stagione come un’altra quella che la Coppa del Mondo di sci sta vivendo. Certo, le gare si stanno disputando – e questa &eg...
11.01.2021
Sport

Italiano chiede asilo in Svizzera dopo un litigio con il fratello

Un cittadino italiano si è presentato nel settembre scorso a Chiasso chiedendo asilo politico a causa di un litigio con il fratello. Ha so...
24.12.2020
Svizzera

"Un accordo insoddisfacente che sacrifica gli interessi dei ticinesi"

In un comunicato stampa trasmesso poco fa, la Lega dei Ticinesi prende posizione sull'accordo sulla fiscalità dei frontalieri firmato oggi tra Svizzera e Itali...
23.12.2020
Ticino

Gli Oscar e i Tapiri al calcio ticinese

LUGANO - Gli aggettivi si sprecano: immancabile, provocante, dissacrante e pure allegra. Torna anche quest’anno, l’avrete capito, la rubrica-cult &l...
24.12.2020
Sport