Sport, 24 ottobre 2019

Fazzini 2022: continuità e qualità. Il Lugano ha fatto centro

Il rinnovo del numero 17 bianconero è l’ennesimo passo fatto dalla società verso il proprio obiettivo

LUGANO – Luca Fazzini – Hockey Club Lugano: un matrimonio che durerà almeno fino al 2022. Il rinnovo biennale sottoscritto e comunicato ieri dalla società è una di quelle notizie che dovrebbero riempire di gioia i cuori dei tifosi bianconeri.

Nelle scorse settimane – fatta eccezione per la vicenda riguardante Spooner e l’arrivo di Postma, in attesa dell’addio di Ohtamaa – non si parlava d’altro dei rinnovi di Linus Klasen e di Luca Fazzini che si facevano attendere.

In attesa di capire cosa accadrà col folletto svedese, che ormai a Lugano si trova come fosse a casa sua, la notizia di ieri va nella direzione della continuità, della qualità e dell’obiettivo finale, ovvero riportare l’HC Lugano a primeggiare nel nostro campionato. Perso quest’anno uno sniper come Gregory Hofmann, era fondamentale per il sodalizio bianconero non perdere un’altra pedina di livello altissimo, dotata di grandi mani e di un senso del gol extralusso.

Fazzini racchiude tutto questo: fin da piccolo le sue doti non sono passate inosservate e le valanghe di reti realizzate nelle categorie junior lo hanno sempre contraddistinto. Il numero 17 è inoltre maturato negli ultimi anni, trovando quel giusto equilibrio tra lavoro e vita privata che lo ha portato a diventare uno degli svizzeri più forti del nostro campionato.

Fatta eccezione per la problematica scorsa stagione, il “Fazz” negli ultimi 4 anni è sempre cresciuto nel suo rendimento, nelle sue giocate e nelle sue statistiche, fino a indossare il casco giallo di Top Scorer al termine della stagione 2017/18. Certo le due finali perse contro il Berna e lo Zurigo sono state una tappa dolorosa del suo cammino bianconero, ma con le potenzialità in suo possesso e col lavoro che sta seguendo, il ticinese potrà condurre per mano il suo Lugano da qui fino (almeno) al 2022.

Guarda anche 

“Futuro tutto da scrivere Certo, la National League…"

BIASCA - È un ragazzo semplice, Loïc Vedova. Figlio di una terra di emigrati e di gente stoica come la Vallemaggia, sin da bambino ha cullato i...
19.10.2020
Sport

Una zona Cesarini che salva il Lugano

VADUZ - Marcis Oss, giocatore lettone cresciuto nello Spartaks e prestato allo Xamax nelle ultime due stagioni, ieri sera ha vestito i pan...
18.10.2020
Sport

Casinò Lugano “Giochiamo a tutto ma non con la salute”!

Dopo il lockdown della scorsa primavera il Casinò Lugano ha coniato un fortunato slogan che in questi mesi è diventato virale tanto...
17.10.2020
Ticino

Covid: Renzetti è positivo!

LUGANO – Dopo l’HCL, anche il Football Club Lugano deve fare i conti col Covid-19: il presidente Angelo Renzetti è positivo. Dopo un soggiorno di 4 ...
14.10.2020
Sport