Sport, 24 ottobre 2019

Fazzini 2022: continuità e qualità. Il Lugano ha fatto centro

Il rinnovo del numero 17 bianconero è l’ennesimo passo fatto dalla società verso il proprio obiettivo

LUGANO – Luca Fazzini – Hockey Club Lugano: un matrimonio che durerà almeno fino al 2022. Il rinnovo biennale sottoscritto e comunicato ieri dalla società è una di quelle notizie che dovrebbero riempire di gioia i cuori dei tifosi bianconeri.

Nelle scorse settimane – fatta eccezione per la vicenda riguardante Spooner e l’arrivo di Postma, in attesa dell’addio di Ohtamaa – non si parlava d’altro dei rinnovi di Linus Klasen e di Luca Fazzini che si facevano attendere.

In attesa di capire cosa accadrà col folletto svedese, che ormai a Lugano si trova come fosse a casa sua, la notizia di ieri va nella direzione della continuità, della qualità e dell’obiettivo finale, ovvero riportare l’HC Lugano a primeggiare nel nostro campionato. Perso quest’anno uno sniper come Gregory Hofmann, era fondamentale per il sodalizio bianconero non perdere un’altra pedina di livello altissimo, dotata di grandi mani e di un senso del gol extralusso.

Fazzini racchiude tutto questo: fin da piccolo le sue doti non sono passate inosservate e le valanghe di reti realizzate nelle categorie junior lo hanno sempre contraddistinto. Il numero 17 è inoltre maturato negli ultimi anni, trovando quel giusto equilibrio tra lavoro e vita privata che lo ha portato a diventare uno degli svizzeri più forti del nostro campionato.

Fatta eccezione per la problematica scorsa stagione, il “Fazz” negli ultimi 4 anni è sempre cresciuto nel suo rendimento, nelle sue giocate e nelle sue statistiche, fino a indossare il casco giallo di Top Scorer al termine della stagione 2017/18. Certo le due finali perse contro il Berna e lo Zurigo sono state una tappa dolorosa del suo cammino bianconero, ma con le potenzialità in suo possesso e col lavoro che sta seguendo, il ticinese potrà condurre per mano il suo Lugano da qui fino (almeno) al 2022.

Guarda anche 

L’ex presidente Renzetti: “Paolo, un tecnico emotivo”

LUGANO - L’ex presidente Angelo Renzetti si gode qualche giorno di riposo nella sua Pescara, anche se conta di tornare in Ticino per la sfida odierna fra il Lu...
05.12.2021
Sport

Il leggendario Nummelin riscalda ancora i cuori

LUGANO - Quando Nummy entra in sala stampa viene accolto da un applauso. Qualche vecchio cronista coglie l'occasione per un selfie; altri lo prendono s...
06.12.2021
Sport

Fora-Bertaggia: quando le bandiere non esistono più

LUGANO – Quella che si è chiusa, è e resterà una settimana che i tifosi di Ambrì e Lugano non dimenticheranno tanto facilmente. Non solo...
05.12.2021
Sport

Il Lugano si è fermato a Berna: una sosta più che uno stop

BERNA – YB-Lugano 0-1. Rete, e che rete, di Lovric. Così si è chiuso ieri sera il primo tempo del recupero della quarta giornata di Super League sul s...
02.12.2021
Sport