Sport, 11 ottobre 2019

Pistola puntata alla tempia all’ex moglie: Cipollini a processo per stalking

Sabrina Landucci ha raccontato il suo inferno accanto al campione italiano di ciclismo, che avrebbe continuato a perseguitarla anche dopo la separazione

LUCCA (Italia) – Un vero inferno durante e dopo il matrimonio: è questo ciò che sta descrivendo Sabrina Landucci, ex moglie di Mario Cipollini, durante il processo che vede l’ex ciclista indagato per stalking, maltrattamenti e lesioni. La signora Landucci ha ricostruito gli ultimi quattro anni di convivenza nella seconda udienza del processo di Lucca.

L’episodio più sconcertante, stando all’ex moglie, avvenne poco prima della separazione, così come riportato dal “Corriere della Sera”. “Eravamo nella nostra casa di Monte San Quirico – ha riferito in tribunale – e abbiamo litigato per l’ennesima volta. È rientrato all’alba e ho pensato a un tradimento. Gliel’ho detto, lui mi ha picchiata e trascinata in camera. Poi mi ha puntato la pistola carica alla tempia”.

“Non era neanche la prima volta – ha continuato – Già altre volte mi aveva rincorso con la pistola”. Dopo tutto ciò, ha raccontato la donna, Cipollini si pentiva, piangeva e chiedeva perdono, e lei a lungo non volle denunciarlo per non rovinargli la carriera. Ma ogni volta le violenze riprendevano. Il tutto anche dopo la separazione, tanto che ci fu anche un inseguimento.

“Ero in auto con un’amica, lui ci ha inseguito e a un certo punto ci ha tagliato la strada. È sceso dalla macchina e ha preso a calci la nostra”.

Guarda anche 

Processo per aggressione alla moschea di Winterthur, 6 condanne e tre assoluzioni

Al processo d’Appello a nove imputati per un’aggressione avvenuta cinque anni fa nella ex moschea An’Nur di Winterthur (Zh) il Tribunale cantonale di Zu...
06.10.2021
Svizzera

“Io vicino alla morte come Pantani…”

BERLINO (Germania) – Tutti gli appassionati di ciclismo, e dello sport in generale, ancora ricordano col sorriso le imprese di Marco Pantani e i suoi duelli con Jan...
30.09.2021
Sport

Gli chiede di mettersi in fila al fast-food, questo lo tempesta di colpi: 4 anni di carcere e espulsione

Martedì, il tribunale penale di Ginevra ha condannato a 4 anni e mezzo di carcere un 27enne colombiano che aveva brutalmente picchiato due volte, nel giro di pochi...
29.09.2021
Svizzera

Vallese, anziano picchiato a morte da un gruppo di giovani

Un vallesano di 70 anni è morto in ospedale il 9 settembre dopo una disputa avvenuta due giorni prima a Sion. Cinque persone tra i 21 e i 27 anni sono state arrest...
23.09.2021
Svizzera