Svizzera, 25 settembre 2019

Ticino-Malpensa: "Proseguire con le concessioni ai bus"

*Interpellanza al Consiglio Federale di Lorenzo Quadri

BERNA – Lo stillicidio del collegamento via bus tra il Ticino e l’aeroporto della Malpensa continua. La concessione ai bus inizialmente sarebbe dovuta giungere a scadenza a fine 2017 con l’entrata in esercizio del collegamento diretto su rotaia con la Malpensa.

Si è però andati avanti di rinnovo in rinnovo fino alla fine del corrente anno. Come noto, l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) argomenta la fine della concessione federali ai bus per la Malpensa con la concorrenza che essi farebbero alla “nuova” tratta ferroviaria.

L’ultima presa di posizione sul tema del Consiglio federale (riferita alla mozione 18.3475) risale ad oltre un anno fa, a fine agosto 2018. Sarebbe opportuno che anche l’amministrazione federale finalmente riconoscesse che il collegamento ferroviario – per quanto co-finanziato a caro prezzo della Svizzera – con la Malpensa
non è efficiente né affidabile, al proposito le notizie di cronaca si sprecano, e costituisce, per i passeggeri, un chiaro passo indietro rispetto al trasporto collettivo su gomma.

Non è quindi corretto, né opportuno, privare di proposito i viaggiatori sia dal Ticino che per il Ticino di un servizio per sostituirlo con un disservizio, ed impedire a delle aziende private di lavorare. E questo per una semplice questione di principio. A maggior ragione in considerazione del periodo negativo che sta attraversando l’aeroporto di Agno, come gli altri scali regionali svizzeri del resto.

Chiedo quindi al Consiglio federale:

• E’ finalmente intenzione del CF riconoscere che i bus costituiscono un’alternativa al treno, e che ai passeggeri non va tolta la libertà di scelta?

E’ intenzione del CF stabilire che le concessioni vanno rilasciate anche in futuro?

*Consigliere Nazionale Lega dei Ticinesi

Guarda anche 

Coronavirus, la situazione in Svizzera

In Svizzera, nelle ultime 24 ore, sono stati registrati 1'223 nuovi contagi da coronavirus. Un dato – fa sapere l'Ufficio federale della sanità pubbl...
04.03.2021
Svizzera

Riusciti i referendum contro la legge COVID19, la legge sul CO2 e la legge federale sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo

I referendum contro la legge federale sulle basi legali delle ordinanze del Consiglio federale volte a far fronte all’epidemia di COVID-19 (Legge COVID-19), contro ...
03.03.2021
Svizzera

Banda di ladri sgominata a Winterthur

Quattro uomini – un 53enne svizzero, un 39enne algerino, un 22enne algerino e un 50enne tedesco – sono finiti in manette tra il 1° e il 2 marzo a Winterth...
03.03.2021
Svizzera

Un minuto di silenzio in memoria delle vittime della pandemia

Il 5 marzo 2020 moriva in Svizzera la prima vittima del COVID-19. Ad oggi, tante altre sono scomparse a causa della pandemia. Questo venerdì, esattamente un anno d...
03.03.2021
Svizzera