Sport, 26 settembre 2019

“Avevo già scritto il mio testamento: stavo morendo”. Ora è campione d’Europa

Il difensore del Liverpool Van Dijk ha rivelato che nel 2012 in seguito a una peritonite il suo destino sembrava segnato

LIVERPOOL (Gbr) – In questo momento è forse il difensore più forte al mondo, capace di vincere la Champions League senza subire neanche un dribbling, ripagando così gli sforzi del Liverpool che dovette versare una somma enorme nelle casse del Southampton per acquistarlo. Ma Virgil van Dijk non è solo questo e lo ha raccontato di persona, facendo riferimento a quanto avvenuto nel 2012.

Soffrì di un’appendicite, che sfociò in una peritonite fino ad arrivare a un’infezione renale, dopo aver sofferto un forte dolore
addominale. In ospedale venne operato la sua situazione sembrava ormai compromessa: “Sono andato vicino a morire, in quel momento ho pensato al peggio e cominciai a scrivere il mio testamento”, ha raccontato.

Allora l’olandese militava nel Groningen e non era certo così conosciuto come adesso. “Nella stragrande maggioranza dei casi come quello il paziente muore e io ero lì che non potevo fare nulla. Nel caso fossi morto avrei destinato una parte dei soldi a mia mamma. Nessuno voleva parlare della mia fine, ma dovevo farlo”.

Guarda anche 

Ciao Vlahovic: la Fiorentina ricopre d’oro il Basilea

BASILEA – La “bomba” di mercato lanciata in questi giorni da diverse testate italiane, e confermata nella serata di ieri dal ds della Fiorentina, Prad&e...
25.01.2022
Sport

Coppa d’Africa, dramma in Camerun-Comore: rissa fuori dallo stadio, diversi morti

YAOUNDE (Camerun) – Doveva essere la sfida della festa, con i padroni di casa in campo. Era diventata già una sfida clamorosa, visto che il Comore scendeva i...
25.01.2022
Sport

“Il titolo? Niente stress, YB squadra da battere”

ZURIGO - Lo Zurigo non vince il campionato dal 2009. Sono passati 13 anni e nel frattempo la squadra biancoazzurra ha vissuto una traumatica relegazione in Challenge...
25.01.2022
Sport

Shock nel calcio: l’arbitro vittima di revenge porn

PESCARA (Italia) – “Stanno girando dei miei video privati su Telegram e Whatsapp, video non condivisi da me e alcuni fatti a mia insaputa. Ho sporto denuncia,...
23.01.2022
Sport