Mondo, 14 settembre 2019

Svezia, rapper nero chiama a uccidere i bianchi. "Se un bianco vi da fastidio uccidetelo", "prenderemo le loro mogli"

"Se un bianco ti sta dando fastidio, uccidilo", è il consiglio di JCBUZ, un rapper piuttosto popolare in Svezia, in un video pubblicato su Internet in un gruppo chiuso di Instagram, video diventato poi di pubblico dominio e che è rapidamente circolato sulla rete (è disponibile su YouTube qui, in svedese).

Nel video, il rapper di origine nigeriana Jesse Ekene Nweke Conable, che si fa chiamare JCBUZ, parla di supremazia nera e chiama gli altri neri a uccidere i bianchi. Una delle prime testate a riportare i propositi di Conable è stato il portale svedese "Samhällsnytt".

Secondo Samhällsnytt, l'account di Instagram Barasvarta ("Solo neri" in svedese) è aperto solo ai neri e conta centinaia di membri. È gestito dallo stesso Conable e presenta slogan come "Black Power in Sweden" e "F *** White People" (rispettivamente "potere ai neri" e "fott*amo i bianchi"). In uno dei video, il cantante invita i suoi "fratelli e sorelle neri" a "continuare la guerra", si presume contro la maggioranza bianca.

Secondo Conable, "noi neri" diventeremo "i numero uno e prenderemo il controllo di questi bianchi".

"Dato che questi bianchi ci hanno preso come schiavi, dovremmo a nostra volta renderli schiavi e trattarli ancora peggio", ha detto Conable nel video incriminato.
Secondo lui, i neri diventeranno "i migliori in tutto".

"Prenderemo le loro mogli e prenderemo i loro soldi", ha continuato Conable. "Siamo guerrieri africani, non sono al nostro livello".

In seguito all'articolo di Samhällsnytt, il rapper ha messo in guardia i suoi fan contro "una talpa tra di noi", che si è impegnato a "eliminare".

L'account YouTube di Jesse Ekene Nweke Conable, o JCBUZ, conta quasi 280'000 abbonati sui suoi due account YouTube. Questo 22enne era immigrato in Svezia dalla Nigeria nel 2008. Ora vive a Lund, nel sud del paese scandivano, e nel frattempo ha ottenuto la cittadinanza svedese.

Guarda anche 

Uccise la moglie e la suocera, chiesti 20 anni di carcere e l'espulsione

Il Ministero pubblico del canton Argovia ha chiesto 20 anni di carcere per un kosovaro di 57 anni accusato di aver ucciso sua moglie e sua cognata nel gennaio 2018 a Haus...
31.03.2020
Svizzera

La singolare strategia della Svezia per far fronte al coronavirus, niente confino e scuole aperte

Caso più unico che raro sul continente europeo, la Svezia non ha istuito alcun confinamento, le attività economiche in gran parte non sono state sospese e l...
26.03.2020
Mondo
Svizzera

Il Tribunale federale annulla l’espulsione di un kosovaro residente in Ticino che picchiava la moglie

Il Tribunale federale ha annullato l’espulsione di un uomo violento decisa dal Dipartimento delle istituzioni del Canton Ticino e confermata in tutti i precedenti g...
05.03.2020
Ticino