Svizzera, 12 settembre 2019

Zurigo vuole dare il diritto di voto agli stranieri, depositata un'iniziativa

Il canton Zurigo potrebbe diventare il quarto cantone della Svizzera tedesca a consentire il diritto di voto agli stranieri a livello comunale. Questo è in ogni caso il desiderio della città di Zurigo, che mercoledì ha depositato un'iniziativa in tal senso.


Come riporta "20 minuten", per mezzo di uno strumento chiamato "iniziativa di un'autorità", l'esecutivo zurighese vuole modificare la costituzione cantonale in modo che i comuni del cantone possano decidere di concedere il diritto di voto e di eleggibilità ai cittadini stranieri.

Le condizioni da soddisfare sarebbero di risiedere nel comune per almeno due anni e di beneficiare di un permesso di soggiorno (permesso B) o di domicilio (permesso C).

La città ritiene che l'estensione dei diritti civili delle persone che non hanno la nazionalità svizzera rafforzerebbe la democrazia e la coesione sociale, ha scritto in un comunicato. Ricorda che 42'000 stranieri vivono a Zurigo da più di due anni, ma non possono partecipare alle elezioni e alle elezioni comunali perché non risiedono in Svizzera da dieci anni, un requisito necessario per rivendicare il passaporto svizzero e ottenere quindi il diritto di voto.

Il diritto di voto e di eligibità agli stranieri a livello comunale esiste per ora in quattro cantoni: Vaud, Friborgo, Neuchâtel e Giura. Il Cantone di Ginevra concede solamente il diritto di voto, ma non di eligibità.

Nel resto della Svizzera, tre cantoni consentono ai loro comuni di dare il diritto di voto agli stranieri: Appenzello Esterno, Grigioni e Basilea Città.

Guarda anche 

Un punticino, qualche rammarico e un Lugano che in casa non vince mai

LUGANO – Dopo il pareggio colto contro la Dinamo Kiev in Europa League e il successo di Sion, questa volta il Lugano… si è fermato al palo in casa con...
21.10.2019
Sport

Riceve una multa (salata) per aver buttato la posta in un cestino pubblico

Una multa di 330 franchi per aver gettato la posta ricevuta, ossia qualche busta e dei giornali, in un cestino sul marciapiede davanti a casa. È la contravvenzione...
20.10.2019
Svizzera

Lei non voleva abortire allora lui la prende a martellate, condannato (ma non espulso)

Un 34enne serbo è stato condannato giovedì dal tribunale penale di Lucerna a tre anni di carcere, di cui uno da espiare per aver tentato di far abortire una...
19.10.2019
Svizzera

Dalla nazionale ai dilettanti: il saluto militare turco sta mettendo in apprensione anche le federazioni regionali

LUGANO – Ha fatto il giro del mondo. Quelle immagini dei giocatori della Turchia che con la mano destra sulla fronte fanno il saluto militare dopo ogni gol siglato ...
18.10.2019
Sport