Sport, 29 agosto 2019

Lacrime per Thun, Lucerna, Basilea e YB: quanto vale il calcio svizzero?

Renani e bernesi, eliminati dalla Champions League, domani saranno nell’urna dell’Europa League insieme al Lugano che ha “salvato la pelle” grazie al grande campionato scorso. E dall’anno prossimo le cose cambieranno in peggio...

LUGANO – I campionati europei di calcio sono iniziati, oggi si conosceranno i gironi della Champions League 2019/20, mentre domani sarà il gran giorno del Lugano – insieme al Basilea e l’YB – che scoprirà il suo cammino europeo in Europa League. Fin qui, però, le competizioni europee non sono certo state benevole col calcio rossocrociato che, evidentemente, deve porsi delle domande.

3 vittorie, 2 pareggi e ben 7 sconfitte: questo il magro bottino fatto registrare nel turni eliminatori di Europa League e di Champions e nei playoff della massima competizione internazionale per club che hanno portato alle eliminazioni del Thun, del Lucerna, del Basilea e dell’YB. Renani e bernesi, per lo meno, potranno consolarsi disputando l’Europa League.

L’unica squadra ad aver vinto due partite è stato il Lucerna che, soffrendo come matti, ha superato nel 2° turno preliminare di EL gli islandesi del KI Klasksvik con un doppio 1-0, prima di arrendersi all’Espanyol con un perentorio e secco 0-6 totale!

Il Thun ha salutato l’Europa sempre nel 3° turno preliminare venendo eliminato dallo Spartak Mosca: i russi, abituati al contesto internazionale, si sono imposti sia a Thun (2-3) che in casa (2-1).

Dalla Champions League, invece, sono giunte illusioni e pesanti risvegli: il Basilea, dopo aver clamorosamente eliminato il PSV nel 2° turno preliminare (sconfitta per 2-3 ad Eindhoven e vittoria per 2-1 in casa) è incredibilmente caduto contro gli austriaci del Linz (2 KO assurdi).

L’YB, da par suo, ha di che mangiarsi le mani: la Stella Rossa di Belgrado non è apparsa certo irreprensibile e così più forte da qualificarsi per i gironi di Champions League. Anzi… i bernesi meritavano qualcosa in più e anche gli infortuni hanno pesato molto.

Ma tant’è… sarà una Champions senza squadre svizzere, mentre l’Europa League ne accoglierà tre. Verrebbe da dire: “per fortuna per il Lugano che non ha dovuto affrontare turni preliminari e che, grazie al terzo posto conquistato in campionato lo scorso e la contemporanea vittoria della Coppa Svizzera da parte del Basilea, il suo posto era già sicuro, altrimenti con quest’andazzo le cose sarebbero potute andare diversamente”.

Ma dall’anno prossimo le cose, in effetti, potrebbero andare decisamente peggio: la Svizzera, infatti, perderà un posto nelle competizioni europee e solo 4 squadre al termine di questa Super League potranno festeggiare il pass internazionale. Solo chi vincerà il campionato approderà in Champions, dovendo affrontare 3 (!) turni preliminari. Chi vincerà la Coppa nazionale non andrà più direttamente alla fase a gironi dell’Europa League e dovrà confrontarsi con due turni preliminari, mentre le altre due aspiranti a un cammino in EL dovranno affrontare addirittura tre e quattro turni di qualificazioni.

Il ranking elvetico è sceso negli ultimi anni (fuori dalle top 15) e quest’estate non ha cambiato direzione a questa situazione: dovremmo davvero domandarci quanto valga il nostro campionato e le nostre squadre a livello continentale…

Guarda anche 

Artecasa Lugano: Ecco i vincitori dei premi del design e dell’architettura sostenibile

Svelati e premiati i vincitori dei due prestigiosi premi di artecasalugano ’19 alla presenza della giuria, degli sponsor e degli organizzatori: LDD – Award 19...
21.10.2019
Ticino

“Triste di lasciare Lugano. Un grazie ai tifosi e ai miei compagni, non vi dimenticherò”. Le ultime parole “svizzere” di Spooner

LUGANO – Due storie su Instagram per salutare tutti, per ufficializzare la sua partenza da Lugano e dalla Svizzera: Ryan Spooner ha usato i social per dire “a...
21.10.2019
Sport

Coppa malandrina: Lugano e Ambrì salutano con qualche mugugno (e cerotti)

DAVOS/BIENNE – Niente da fare, la Coppa Svizzera non arriverà in Ticino nemmeno quest’anno: Lugano e Ambrì, infatti, ieri hanno dovuto salutare ...
21.10.2019
Sport

Un punticino, qualche rammarico e un Lugano che in casa non vince mai

LUGANO – Dopo il pareggio colto contro la Dinamo Kiev in Europa League e il successo di Sion, questa volta il Lugano… si è fermato al palo in casa con...
21.10.2019
Sport