Ticino, 23 agosto 2019

"Sono innocente", parla il neurochirurgo indagato

LUGANO – Per la prima volta, seppur tramite il suo legale, parla il neurochirurgo indagato per aver fatturato delle operazioni non compiute. Si dice assolutamente innocente.

Come si legge sul sito della RSI, il legale spiega che “non sappiamo ancora quali casi gli vengono imputati. Ma di una cosa il medico è certo: se ha dichiarato di avere effettuato un intervento chirurgico, di sicuro lo ha fatto”.

“Del resto in sala operatoria non era da solo. Mentire sarebbe quindi stato impossibile”, prosegue, toccando comunque un punto sensibile del caso: chi c’era con l’uomo in sala operatoria?

Hanno saputo delle indagini dai media, presto sapranno quali operazioni vengono contestate.

L’uomo è sospeso dall’Ars Medica ma nulla gli impedirebbe, al momento, di operare presso altre strutture.

Guarda anche 

Ordinaria follia al Rabadan. Solo ieri 9 diffide

Purtroppo non per tutti il Carnevale è sempre e solo sinonimo di divertimento e allegria, come dovrebbe essere. E anche questa edizione non fa eccezione. Questa...
22.02.2020
Ticino

Aspirante frontaliere fermato da un fax

Avrebbe dovuto sapere che non è consentito inviare un ricorso via fax, a causa dell’assenza di una firma autografa originale. O se non lui, almeno avrebbe do...
22.02.2020
Ticino

Galeazzi: "Cosa si farebbe in caso di emergenza alle dogane?"

I casi di Coronavirus in Lombardia stanno causando preoccupazione anche in Ticino. Tiziano Galeazzi, interpretando probabilmente il sentimento di insicurezza di molti, in...
22.02.2020
Ticino

Motociclista rischia la vita

La Polizia cantonale comunica che oggi poco prima delle 8 a Rivera, un 31enne motociclista svizzero domiciliato nel Luganese circolava in direzione nord sull'autostra...
22.02.2020
Ticino