Svizzera, 06 agosto 2019

Due aerei Swiss colpiti dai fulmini. Costretti a tornare in aeroporto

Due aerei della Swiss sono stati colpiti oggi da fulmine mentre erano in volo e hanno dovuto fare ritorno a Zurigo per motivi di sicurezza. Secondo la compagnia aerea, non c'è stato nessun pericolo per i passeggeri e l'equipaggio. Il primo a fare dietrofront è stato un Airbus A321 diretto ad Amsterdam, con a bordo 165 passeggeri.

L'aereo era decollato alle 9 con oltre un'ora e mezzo di ritardo a causa di un temporale che si era abbattuto sopra all'aeroporto, ha riferito la portavoce Meike Fuhlrott al portale 20minuten.ch.

L'Airbus avrebbe dovuto raggiungere Amsterdam in un'ora e mezza, ma poco dopo il decollo il velivolo è stato colpito da un fulmine e i piloti hanno deciso di tornare a Zurigo. È la procedura normale in questi casi, ha spiegato la portavoce.

A Zurigo si trova la migliore infrastruttura per controllare gli apparecchi colpiti da fulmini e scoprire eventuali danni. L'A321 si è posato al suolo 40 minuti dopo la partenza, senza intoppi. Nel primo pomeriggio, un altro A321 è stato colpito da un fulmine poco dopo la partenza.

L'apparecchio, con 158 passeggeri a bordo, era diretto a Lisbona. Anche in questo caso i piloti non hanno notato alcun effetto, ma sono tornati per un controllo. I passeggeri di entrambi i voli sono stati trasferiti su altri velivoli, anche di altre compagnie aeree. In determinate situazioni meteorologiche è possibile che fulmini colpiscano gli aerei in volo, ma due in un solo giorno è una caso eccezionale, ha detto Fuhlrott.

Guarda anche 

SwissCovid piace sempre meno

Swiss Covid, l'applicazione elvetica per il tracciamento dei contatti, perde colpi. O meglio, perde utenti. Disponibile dal 25 giugno scorso, Swiss Covid ha...
13.07.2020
Svizzera

La ministra uregiatta vuole gli stranieri nell’esercito

Certo che gli uregiatti in materia di sicurezza nazionale (anche in altre, a dire il vero) ne combinano peggio di Bertoldo! Chissà cosa ne pensano quei PPD “...
13.07.2020
Svizzera

Non dichiara il lavoro alla disoccupazione, scagionata dall'accusa di frode perchè non capisce il tedesco

Una donna kosovara non ha annunciato il suo lavoro a tempo parziale presso l'URC competente e ha quindi ricevuto un'indennità di disoccupazione eccessiva p...
13.07.2020
Svizzera

La polizia svizzera chiede sempre più informazioni a Google

L'anno scorso l'Ufficio federale di polizia (fedpol) e i Cantoni hanno chiesto a Google un numero record di informazioni sugli utenti dell'azienda californian...
12.07.2020
Svizzera