Svizzera, 04 agosto 2019

Espulso dopo aver ricevuto 200'000 franchi dall'assistenza e con molteplici condanne, "non si è integrato"

Il tribunale amministrativo di Berna ha confermato l'espulsione di un camerunese, residente in Svizzera da 10 anni. I giudici confermano così la decisione delle autorità bernesi, che hanno ritenuto che la sua integrazione sia stata un fallimento.

In una sentenza pubblicata venerdì, il tribunale amministrativo di Berna ha dato ragione alla Direzione della polizia e degli affari militari del governo, che aveva ordinato all'uomo di lasciare la Svizzera.

In passato il camerunense era stato condannato più volte per reati penali ed è fortemente indebitato. Negli scorsi anni ha ricevuto oltre 200'000 franchi dall'assistenza fino all'agosto 2018. I giudici hanno ritenuto che l'interesse pubblico per la sicurezza e l'ordine era maggiore dell'interesse privato dell'uomo di rimanere in Svizzera.

L'uomo ha una compagna con cui non vive più insieme da un anno e con cui non ha figli e un matrimonio non è imminente, hanno sottolineato i giudici. Nel suo paese d'origine, inoltre, l'uomo ha una famiglia, parla la lingua locale e ha trascorso "i periodi formativi della sua infanzia" in questo paese. Inoltre, la situazione generale in Camerun, almeno nell'area di provenienza dell'uomo, non rende rischioso il ritorno nel paese.

L'uomo soffre anche di stress post-traumatico diagnosticato da uno psichiatra ma i giudici hanno ritenuto che possa essere seguito in Camerun.

Guarda anche 

Attacco all'arma bianca vicino alla sede di Charlie Hebdo, almeno due feriti

Un uomo e una donna sono stati accoltellati venerdì a Parigi, nei pressi della vecchia sede del giornale Charlie Hebdo, proprio mentre si tiene il processo per gli...
25.09.2020
Mondo

Condannati gli attivisti pro clima che avevano occupato una filiale del Credit Suisse

I dodici attivisti pro clima che avevano occupato una succursale del Credit Suisse nel 2018 e che erano stati assolti nel processo di primo grado lo scorso gennaio sono f...
25.09.2020
Svizzera

Degenera una lite in un appartamento di Zurigo, un morto e due feriti

Una lite è degenerata giovedì mattina in un appartamento di Zurigo causando la morte di un uomo e il ferimento di due donne. La polizia è stata aller...
24.09.2020
Svizzera

Nascose il fratello dopo l'omicidio, licenziato dall'amministrazione cantonale

È definitivo il licenziamento dall’amministrazione cantonale di un 38enne svizzero kosovaro domiciliato a Monte Carasso, fratello di uno dei cinque condannat...
22.09.2020
Ticino