Sport, 28 luglio 2019

Lugano, è tutto oro quello che luccica? La controprova arriva oggi

I bianconeri affronteranno in casa il Thun nel primo impegno tra le mura amiche: c’è da confermare quanto di buono si è visto domenica scorsa a Zurigo

LUGANO – Quale miglior prova per testare la veridicità delle proprie qualità se non affrontare faccia a faccia la propria bestia nera? Potrebbe essere questo il pensiero che in questi giorni sta passando per la testa di Fabio Celestini e dei suoi ragazzi che, dopo il roboante 4-0 conquistato a Zurigo nella prima giornata di campionato, oggi a Cornaredo affrontano quel Thun che l’anno scorso ha messo sempre in difficoltà Sabbatini e compagni.

Eliminati in Coppa Svizzera, battuti anche nell’ultimo incrocio stagionale – dopo una serie infinita di risultati positivi – col rischio di veder evaporare il sono Europa League diretta, i bernesi lo scorso anno sono stati la vera bestia nera del Lugano, quella squadra che in un modo o nell’altro ha sempre ingabbiato Bottani, Gerndt e Junior, facendo quasi sempre scacco matto.

Ebbene… questo Lugano sembra molto diverso da quello che nonostante tutto chiuse la stagione 2018/19 al terzo posto al termine di un finale thrilling: più quadrato, più sicuro, più ricco di qualità anche nelle zone nevralgiche del campo e con un portiere rivitalizzato tra i pali. Ovviamente ogni partita ha una storia a sé, ma incontrare il Thun dopo la sbornia del Letzigrund potrebbe essere la giusta “medicina” per prendere convinzione delle proprie qualità e potenzialità: un successo in un Cornaredo che freme e ribolle per ammirare da vicino le gesta di Rodriguez, di Aratore e di Maric – per citarne alcuni – potrebbe mettere ancora più euforia e carica nello spirito di un gruppo che sembrerebbe già molto ben coeso.

Guarda anche 

Svolta epocale negli stadi: vietati anche i “vaffa” da parte delle curve

PARIGI (Francia) – Chi all’interno di uno stadio di calcio non ha mai sentito le curve insultare i tifosi avversari e le squadre rivali con il classico &ldquo...
20.08.2019
Sport

Sfide stellari e incroci da capogiro: ecco le insidie europee del Lugano

LUGANO – Mancano ancora i playoff, mancano 10 giorni al sorteggio che si terrà a Montecarlo il prossimo 30 agosto alle 13, mancano ancora le ultime 21 qualif...
20.08.2019
Sport

Riconoscimento facciale negli stadi: la Svizzera ha detto “no” a Gobbi, ma in Inghilterra c’è chi ci pensa

MANCHESTER (Gbr) – Poco più di un mese fa, in Svizzera, l’obbligo del riconoscimento facciale per gli stadi di disco su ghiaccio è stato bocciat...
20.08.2019
Sport

20 sconfitte di fila con lui in campo: che disastro per Grealish

BIRMINGHAM (Gbr) – È vero che nel calcio si può vincere ma anche perdere, ma quando si esagera… entra in ballo anche la cabala. Provate a doman...
19.08.2019
Sport