Ticino, 19 luglio 2019

Clonazione di carte di credito: disarticolata una banda dedita allo skimming

Il Ministero pubblico e la Polizia cantonale comunicano che nei giorni scorsi è stato estradato dalle Antille Olandesi un 43enne cittadino bulgaro. L'uomo, su cui pendeva un mandato di cattura internazionale spiccato dalla magistratura ticinese, è sospettato di far parte di un sodalizio criminale dedito alla pratica dello skimming (clonazione di carte di credito). Una banda ben organizzata e strutturata, con diramazioni in diversi Paesi ed attiva in passato anche in Ticino.

La sua identificazione è stata resa possibile dagli accertamenti scaturiti dall'attività investigativa della Polizia cantonale e fa seguito anche al fermo, avvenuto il 14.05.2017, di un 41enne e un 34enne, entrambi cittadini bulgari residenti in Bulgaria. Le successive e approfondite verifiche degli inquirenti hanno in particolare permesso di stabilire come il 43enne bulgaro avesse un ruolo di spicco all'interno dell'organizzazione, i cui membri partivano dalla Bulgaria e raggiungevano il nostro territorio passando dall'Italia. Questo sovente utilizzando autovetture staffetta e muovendosi in gruppi di due persone per volta che si suddividevano poi ruoli, apparecchiature tecniche ed obiettivi.

Posto in detenzione nelle Antille Olandesi insieme ad altri connazionali per una serie di reati analoghi, il 43enne è infine stato estradato e si trova ora in stato di carcerazione preventiva in Ticino. Le ipotesi di reato sono quelle di acquisizione illecita di dati, abuso di impianto per l'elaborazione dei dati e messa in circolazione di apparecchi di ascolto, registrazione del suono e di immagini. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Margherita Lanzillo. Importante notare come a seguito dei primi fermi e dei successivi arresti di elementi appartenenti alla banda, in tutta la Svizzera è praticamente cessato questo tipo di manomissione ai danni degli sportelli bancomat.

Guarda anche 

Lugano, arrestato 22enne albanese per spaccio di eroina

Il Ministero pubblico, la Polizia cantonale, la Polizia della città di Lugano e la Polizia del Vedeggio comunicano che il 12.12.2019 a Canobbio è stato arre...
13.12.2019
Ticino

Espulso nonostante vivesse in Ticino da 26 anni

A nulla è valso il ricorso presentato dall’avvocato Yasar Ravi al Tribunale federale. A nulla è valso sostenere che se dovesse tornare in patria non p...
12.12.2019
Ticino

EFG, la preoccupazione dei dipendenti. "Tenuti all'oscuro di tutto"

Non è un periodo facile quello che stanno vivendo i dipendenti di EFG. La situazione nella ex Banca della Svizzera Italiana “è critica. Sono sommer...
12.12.2019
Ticino

"Rielezione Cassis è solo la logica del meno peggio"

*Di Lorenzo Quadri   Che la verde-anguria Regula Rytz (verde fuori, rossa dentro), posizionata a sinistra della sinistra, non sia stata eletta in Consiglio ...
11.12.2019
Ticino