Svizzera, 19 luglio 2019

Troppa attenzione mediatica, il processo a "Carlos" è stato spostato a Zurigo

Il processo contro il giovane delinquente noto con il nome di "Carlos" non si svolgerà più a Dielsdorf (ZH) come previsto. Il procedimento, che inizierà il 30 ottobre, attirerà probabilmente molto pubblico ed è quindi stato spostato al Tribunale distrettuale di Zurigo.

Secondo quanto comunicato oggi dalla corte di Dielsdorf, il processo dovrebbe durare due giorni. La sentenza verrà resa nota al 6 novembre. Il 23enne è accusato di aver commesso numerosi episodi di violenza in varie carceri negli ultimi due anni. Vittime del giovane sarebbero stati secondini, poliziotti e altri detenuti, oltre al mobilio dei penitenziari.

"Carlos" è accusato di tentate lesioni gravi in un caso, di lesioni semplici in due casi, di danneggiamento in otto casi - per un ammontare dei danni valutato in circa 40'000 franchi -, di minaccia in tre casi, di violenza e minaccia contro autorità e funzionari in dieci casi, nonché di ingiuria in cinque casi. Il passato - Il giovane - che ha alle spalle una lunga storia di delinquenza - era finito sotto i riflettori della cronaca dall'agosto 2013.

La tv svizzero-tedesca SRF aveva allora messo in onda un documentario nel quale si riferiva di misure di presa a carico nei suoi confronti che comprendevano anche lezioni di "boxe thailandese" e costavano circa 29'000 franchi al mese. La vicenda aveva scosso anche la politica. Ad essa era stata attribuita in seguito la mancata rielezione dell'allora capo del Dipartimento di giustizia zurighese Martin Graf (Verdi), vittima a suo dire delle "esagerazioni dei media"

Guarda anche 

Inciucio PLR-PPD, "la lunga coda di paglia dei novelli sposi"

*Dal Mattino della Domenica. Di Lorenzo Quadri All’interno del nuovo partito unico euroturbo PLRPPD, il nervosismo cresce proporzionalmente all’avvicinarsi...
15.10.2019
Svizzera

La professoressa di diritto: "La Guardia Pontificia non rispecchia la Svizzera moderna perchè discrimina le donne"

La Guardia Svizzera Pontificia disporrà a breve di una nuova caserma. Costo dell'operazione: 55 milioni di franchi e per quanto riguarda il numero di uomini su...
15.10.2019
Svizzera

Investe una poliziotta al posto di blocco: arrestato 20enne

Un ventenne alla guida di un’automobile rubata ha forzato stamane a Winterthur (ZH) un posto di blocco della polizia, travolgendo un’agente di 39 anni, rimast...
14.10.2019
Svizzera

Mancanza di personale, le FFS devono cancellare treni e offire bus sostitutivi

A causa della carenza di macchinisti, questo fine settimana le FFS hanno bloccato tutto il giorno il traffico ferroviario su una linea secondaria che collega Olten (SO) a...
14.10.2019
Svizzera