Svizzera, 18 luglio 2019

Maxi-cantiere a Ginevra, impresa italiana sospettata di dumping sparisce nel nulla causando ritardi e costi milionari

Un'impresa italiana sospettata di sottopagare i propri dipendenti sul cantiere del futuro deposito dell'azienda dei trasporto pubblici di Ginevra (TPG) ha fatto perdere le sue tracce.

A metà giugno, l'azienda dovette interrompere i lavori finchè non fosse conclusa l'indagine penale sul presunto dumping. Dopo aver presentato ricorso, la società è potuta tornare al lavoro grazie a un effetto sospensivo concesso dal tribunale.

Ma i lavori non sono durati al lungo, dal momento, come rivela l'RTS in un servizio, i dipendenti della società non si sono più presentati sul cantiere dopo una decina di giorni e l'azienda ha fatto perdere le sue tracce, ciò che ha provocato un rallentamento dei lavori. Contattato, l'avvocato della società sostiene che quella dei suoi rappresentati non sarebbe una partenza definitiva, ma una sospensione dell'attività dovuta al fatto che il pagamento di parte delle fatture non sarebbe stato effettuato.

Le conseguenze sul cantiere sono valutate a 18 mesi di ritardo e un costo aggiuntivo di 10 milioni di franchi.

Guarda anche 

Poliziotto sanzionato per non aver creduto a una vittima di minacce

Un poliziotto di Ginevra è stato sanzionato per non aver tenuto conto della testimonianza di una donna minacciata dal marito. Appena qualche settimana dopo esse...
28.04.2022
Svizzera

Poliziotto senza patente condannato per aver guidato una e-bike

Condannato per aver guidato una e-bike. È successo ad un poliziotto di Ginevra, il quale, dopo essersi visto ritirare la patente, aveva deciso di recarsi a lavoro ...
21.04.2022
Svizzera

Dopo l'autostrada, gli ecoattivisti bloccano un ponte a Ginevra

Dopo aver bloccato l'autostrada A1 fuori Losanna, degli attivisti del gruppo Renovate Switzerland hanno bloccato il traffico sul ponte del Monte Bianco a Ginevra. ...
14.04.2022
Svizzera

Morto poco dopo aver ricevuto il vaccino, la giustizia deve indagare

La giustizia ginevrina dovrà indagare la morte di un settantenne deceduto poco dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino covid il 15 marzo 2021. Come riporta la ...
08.04.2022
Svizzera