Mondo, 15 luglio 2019

Svezia ormai troppo pericolosa e la Volvo pensa di andarsene, "non riusciamo a attirare manodopera straniera"

L'amministratore delegato di Volvo avverte che la società sta pensando di trasferire il suo quartier generale fuori dalla Svezia in futuro, in parte a causa di un aumento della criminalità violenta nel paese.

Håkan Samuelsson ha dichiarato a una conferenza che il produttore di automobili stava perdendo attrattività per esperti e gli ingegneri stranieri e ha ulteriormente spiegato le sue preoccupazioni durante un'intervista con la pubblicazione svedese "SVD Näringsliv".

"Costruiamo automobili, non possiamo risolvere gli altri problemi, qualcun altro deve farlo", ha detto l'amministratore delegato, aggiungendo che sta diventando sempre più difficile attrarre lavoratori a causa del peggioramento della reputazione svedese.

"Sicuramente non è di grande aiuto quando le persone leggono delle sparatorie a Göteborg e si chiedono se hanno davvero il coraggio di trasferirsi a Göteborg", ha detto Samuelsson.

Se la situazione non migliora, il CEO ha avvertito che la società potrebbe anche dover considerare di lasciare la Svezia in futuro.

"Spesso le persone credono che decisioni come queste vengano prese dal senior management o in Cina. Ma il fatto è che metteremo la nostra sede in un paese in cui le cose funzionano. Al momento, non siamo vicini a una tale discussione. Ma sì, è qualcosa che potrebbe accadere in futuro", ha detto Samuelsson.

Tuttavia, il capo della polizia della contea di Göteborg, Erik Nord, ha negato l'esistenza di un problema, accusando Samuelsson di aver ricevuto informazioni errate tramite i social media.

Tuttavia molteplici inchieste e reportage sul paese scandivano mostrano che negli ultimi decenni il problemi della criminalità in Svezia è esploso, in particolare con l'arrivo di migranti provenienti dall'Africa e dal medio oriente, con i migranti che sono ampiamente sovrarappresentati in violenze criminali e violenze in Svezia.

Secondo l'autore svedese Björn Ranelid ha recentemente avvertito che il livello di criminalità e violenza che il paese sta vivendo equivale a una "guerra su piccola scala".

Guarda anche 

Espulso dopo aver ricevuto 200'000 franchi dall'assistenza e con molteplici condanne, "non si è integrato"

Il tribunale amministrativo di Berna ha confermato l'espulsione di un camerunese, residente in Svizzera da 10 anni. I giudici confermano così la decisione dell...
04.08.2019
Svizzera

"Un esempio di integrazione", il passato in Svizzera dell'uomo che ha spinto una madre e suo figlio sui binari

Ha un passato in Svizzera il cittadino eritreo che lunedì scorso spinse sui binari una madre e suo figlio di 8 anni, uccidendo quest'ultimo rimasto travolto da...
31.07.2019
Svizzera

Spinge la madre e suo figlio di otto anni sui binari, lei si salva ma il bimbo viene travolto

Un bambino di otto anni è stato travolto e ucciso da un treno ad alta velocità alla stazione centrale di Francoforte dopo esser stato spinto. Non è a...
29.07.2019
Mondo

Rissa alla stazione centrale di Milano, diversi poliziotti feriti

Nella serata di venerdì 26 luglio, davanti alla Stazione Centrale di Milano c'è stata una violenta colluttazione. Allertate le forze dell'...
28.07.2019
Mondo