Sport, 15 luglio 2019

SONDAGGIO – L’addio a Lapierre. È stata una buona soluzione?

La partenza dell’ormai numero 25 dalla Cornér Arena è stata la notizia del weekend e ha fatto parlare, discutere e arrabbiare

LUGANO – Non è stato un sabato e un weekend come tutti gli altri per i tifosi del Lugano che hanno iniziato il fine settimana con una notizia che non si aspettavano: l’addio di Maxim Lapierre ai colori bianconeri.

Uno degli idoli incontrastati di questi ultimi 4 anni, autore di una crescita esponenziale dal 2016 a oggi, capace di trascinare la squadra verso due finali – l’ultima persa anche a causa del suo infortunio in gara-6 – ha deciso di comune accordo con la società di lasciare le rive del Ceresio per accasarsi nella DEL, agli Eisbären Berlin.

“Non voleva diventare in qualche caso il quinto straniero”, è stata la motivazione della società. Ma qualcosa era già cambiato negli ultimi mesi e anche il rinnovo da poco firmato era stato un errore.

Lapierre, quindi, lascia Lugano, alla pari di Merzlikins – direzione NHL –, di Ulmer – andato a Bienne – e di Hofmann, che si è accasato a fine contratto con lo Zugo. Certo, i bianconeri sembrerebbero aver fatto un passo indietro rispetto al passato dopo queste perdite, ma il mercato è ancora in fermento e alla Cornér Arena dovrebbero arrivare ancora due stranieri che potrebbero rimescolare le carte.

In ogni caso, cosa ne pensate della decisione di fare a meno di Maxim Lapierre?

Sondaggio

Cosa ne pensi dell'addio di Lapierre?

Una perdita colossale
Dopo Elvis e Hofmann, un altro passo indietro
Bisognava tenerlo ad ogni costo
Il gruppo prima del singolo: la società ha fatto bene
Lapierre non era più il Lapierre dei primi anni anche nello spogliatoio
Serve uno straniero più forte, infatti giocherà nella DEL
Voglio prima capire quali stranieri arriveranno per sostituirlo

Guarda anche 

Artecasa Lugano: Ecco i vincitori dei premi del design e dell’architettura sostenibile

Svelati e premiati i vincitori dei due prestigiosi premi di artecasalugano ’19 alla presenza della giuria, degli sponsor e degli organizzatori: LDD – Award 19...
21.10.2019
Ticino

“Triste di lasciare Lugano. Un grazie ai tifosi e ai miei compagni, non vi dimenticherò”. Le ultime parole “svizzere” di Spooner

LUGANO – Due storie su Instagram per salutare tutti, per ufficializzare la sua partenza da Lugano e dalla Svizzera: Ryan Spooner ha usato i social per dire “a...
21.10.2019
Sport

Coppa malandrina: Lugano e Ambrì salutano con qualche mugugno (e cerotti)

DAVOS/BIENNE – Niente da fare, la Coppa Svizzera non arriverà in Ticino nemmeno quest’anno: Lugano e Ambrì, infatti, ieri hanno dovuto salutare ...
21.10.2019
Sport

Un punticino, qualche rammarico e un Lugano che in casa non vince mai

LUGANO – Dopo il pareggio colto contro la Dinamo Kiev in Europa League e il successo di Sion, questa volta il Lugano… si è fermato al palo in casa con...
21.10.2019
Sport