Ticino, 01 luglio 2019

Il Ticino versa 4 milioni per le pensioni degli ex ministri, "un privilegio antistorico da abolire"

A partire da ieri il Consigliere di Stato ginevrino Pierre Maudet, da tempo nell'occhio del ciclone per un affare di presunta corruzione, avrà diritto a un vitalizio pari a 90'000 franchi all'anno per essere entrato nell'ottavo anno di servizio come Consigliere di Stato. Questo fatto ha creato non poco scalpore sulle rive del Lemano, anche perchè allo stesso tempo in cui hanno appreso che un Consigliere di Stato che agli occhi di molti si è macchiato di un grave atto di corruzione i ginevrini hanno scoperto di essere uno degli ultimi cantoni ad accordare ai membri del proprio esecutivo cantonale un vitalizio.

Non l'ultimo, perchè, oltre al Cantone della città di Calvino, anche in Ticino non è mai stata abolita questa rendita. A riprendere la questione è stato il giornalista Marco Bazzi sul portale “LiberaTV”, in un articolo in cui critica la pratica come un “privilegio antistorico all'italiana che ha resistito perfino alle varie epoche di austerity e di tagli alla spesa cantonale da lacrime e sangue”.

Secondo Bazzi non vi è alcun motivo per non abolire questo vitalizio tanto più che il Canton Ticino, come riporta ‘SonntagsZeitung’, con i suoi oltre 4 milioni versati stacca nettamente gli altri cantoni in cui è ancora in vigore la pratica, ossia Vaud (2,5 milioni), Ginevra (2,27), Friburgo (2,16), Neuchâtel (2), Argovia (1,97).

Ancora più impressionante il confronto con la Confederazione. Sempre secondo il 'SonntagsZeitungs”, i ticinesi versano ogni anno agli ex consiglieri di Stato poco meno di quanto la Confederazione versa a 17 ex consiglieri federali, quattro ex cancellieri e due vedove (4,4 milioni).

Una rendita che, secondo Bazzi, andrebbe quindi abolita anche perchè la motivazione per mantenerla, ossia che senza un vitalizio sarebbe più difficile trovare candidati validi per il Consiglio di Stato, sarebbe “poco credibile” in quanto di Consiglieri di Stato non rieletti e rimasti involontariamente in disoccupazione praticamente non v'è ne sono stati in Canton Ticino.  

Guarda anche 

Licenziamenti alla Mikron di Agno, “intervenga l'ufficio di sorveglianza"

Comunicato stampa di TiSin: A seguito delle discutibili politiche del personale adottate dalla Direzione della Mikron di Agno, l’Organizzazione per il lavoro in ...
26.06.2020
Ticino

La Scuola Elementare Sant'Anna AU LAC

L’Istituto Sant’Anna propone a partire dall’anno scolastico 2020/2021 il nuovo progetto di scuola elementare Sant’Anna au Lac, in una...
15.06.2020
Ticino

Istituto Sant’Anna, Istituto Santa Caterina e Scuola La Commerciale: dalla scuola elementare alla maturità

Il gruppo scolastico Istituto Sant’Anna e Scuole Associate SA, raggruppa l’Istituto Sant’Anna ed il Liceo Sant’Anna di Lugano, l’Istituto Sa...
03.06.2020
Ticino

Elemosina agli indipendenti!? Berna ci mette una “pezza”. Sarà sufficiente?

Comunicato stampa Lugano- Il Sindacato TiSin prende atto che “l'Autorità federale ha deciso di modificare la base di calcolo dell'indennit...
12.05.2020
Ticino