Svizzera, 25 giugno 2019

Equivalenza borsistica, la Svizzera inserirà l'UE nella lista di paesi che ostacolano il commercio

Alla fine di giugno scadrà il riconoscimento dell'equivalenza della borsa svizzera da parte dell'UE, equivalenza che a dicembre era stata prorogata di sei mesi dopo che il Consiglio federale aveva accettato di entrare in materia sull'accordo quadro. Dal momento che il Consiglio federale non si è ancora deciso di sottoscrivere l'accordo con Bruxelles, quest'ultima potrebbe decidere di non estendere l'equivalenza borsistica alla Svizzera.

Di fronte a questa prospettiva il Consiglio federale ha deciso di attuare delle misure di protezione, annunciandole pubblicando ieri un comunicato (vedi qui). In pratica, in caso di mancato riconoscimento della borsa svizzera alle sedi di negoziazione UE "sarebbe vietato offrire o permettere il commercio di determinate azioni di società svizzere".

L'UE figurerà quindi nell'elenco delle giurisdizioni che pongono restrizioni al commercio di azioni di società svizzere e non potrà più negoziare azioni sul mercato azionario elvetico.

Guarda anche 

Muore annegato cercando di salvare il suo cane

Il corpo senza vita di un uomo di 73 anni è stato ritrovato nel Reno all'altezza della città di confine di Jestetten, in Germania. Il malcapitato era sc...
20.07.2019
Svizzera

Il Patto ONU che cova sotto la cenere

E’ un po’ che non si sente più parlare del patto ONU sulla migrazione, detto anche Global Compact. Quello che 165 Stati hanno sottoscritto nel dicembre...
19.07.2019
Svizzera

Tra mare e vacanze, Merzlikins presenta la sua nuova maschera

IBIZA (Spagna) – Sole, mare e hockey. In attesa di trasferirsi a Columbus, per Elvis Merzlikins è tempo di godersi le vacanze: l’ex portiere del Lugano...
19.07.2019
Sport

Fugge da un istituto psichiatrico, un poliziotto gli spara

Un uomo fuggito da un'istituto psichiatrico ha perso la vita mercoledì sera durante un'operazione di polizia a Berna. Ritenuto un "pericolo imminente&...
18.07.2019
Svizzera