Svizzera, 24 giugno 2019

In Svizzera ricchi sempre più ricchi, poveri sempre più poveri

Il divario tra le remunerazioni più basse e quelle più alte si è ulteriormente ampliato nel 2018. Mentre da una parte aumenta la pressione sui salari, l'insicurezza e la paura di perdere il proprio posto di lavoro per i redditi bassi, a molti dirigenti sono stati concessi aumenti generosi.

"Mentre rallentano gli aumenti salariali per i lavoratori, per i dirigenti e i quadri sembra che si applichino altri criteri", afferma Adrian Wüthrich, presidente di Travail.Suisse, citato da “LeMatin” in occasione della pubblicazione del 15esimo studio sugli stipendi dei manager, condotto su 26 imprese.

Lo studio ricorda che, tra il 2011 e il 2018, il divario retributivo medio è aumentato da 1:45 a circa 1:51 e la tendenza concerne tutti i settori di attività, sottolinea lo studio.

Come esempio di questo ampliamento delle disparità salariali, Travail.Suisse cita il caso dei dirigenti di Helvetia (Philip Gmür, passato dal 1:25 del 2011 al 1:37 del 2018), Lonza (Richard Ridinger, 1:40 - 1:88) e da Georg Fischer (Yves Serra, dall'1: 32 all'1: 58), nonché membri del management di
Valora (1:12 - 1:28) o SwissLife (1:35 - 1:42).

In termini assoluti, tuttavia, la differenza di retribuzione tra tutte le categorie arriva a Roche (1: 257), precedendo sia UBS (1: 252) che Credit Suisse (1: 226). Non sorprende che i loro rispettivi capi siano anche i più pagati e gli unici con una retribuzione superiore a 10 milioni di franchi nel 2018: Severin Schwan (15,65 milioni), Sergio Ermotti (14,12 milioni) e Tidjane Thiam (12, 65 milioni).

L'iniziativa Minder "contro l'eccessiva remunerazione" (in vigore dall'inizio del 2014) non rsembra quindi essere riuscita a fermare questa tendenza e le misure attuate nella revisione della legge delle società per azioni non sono abbastanza efficienti, secondo gli autori di lo studio, che denuncia la mancanza di trasparenza, le tasse di ingresso e di uscita e l'approvazione incoerente e l'assenza di limiti per i bonus.

"Con una tale implementazione, l'iniziativa contro l'eccessiva remunerazione non ha alcun effetto", afferma Wüthrich, criticando l'apatia del mondo politico contro ciò che definisce una "assurda corsa ai bonus".

Guarda anche 

Alé Svizzera: con coraggio e senza provocazioni

DOHA (Qatar) – Ci siamo. La partita che, al momento della definizione del calendario del Mondiale, era stata indicata come decisiva per le sorti della Nazionale a Q...
02.12.2022
Sport

Spuntata e senza Shaqiri. La Svizzera fa il compitino, ma il Brasile ci castiga

DOHA (Qatar) – La vittoria colta all’esordio del Mondiale qatariota, forse, ci aveva un po’ illusi. Sì perché della sfida contro il Cameru...
29.11.2022
Sport

Casemiro condanna la Svizzera: il Brasile vince 1-0

DOHA (Qatar) – Se contro il Camerun ci aveva pensato Embolo a togliere le castagne dal fuoco per una Svizzera non esattamente brillante, questa volta contro un Bras...
28.11.2022
Sport

Gli iraniani residenti in Svizzera sottostanno al diritto famigliare dell'Iran

In Svizzera, i cittadini iraniani sono soggetti al diritto di famiglia della Repubblica islamica. Come riporta la "NZZ am Sonntag", i giudici svizzeri devono...
28.11.2022
Svizzera