Mondo, 17 giugno 2019

Le giovani nate dopo il 2000, il nuovo bersaglio dell'ISIS

L'Agenzia europea di cooperazione per la polizia criminale, con sede a L'Aia, ha presentato un rapporto dell'attività di reclutamento del gruppo jihadista ISIS, un ritratto in cui emerge che sono sempre più giovanissime donne a essere prese di mira dalla comunicazione ISIS..

"Stiamo parlando di giovani nati intorno al milennio in particolare", ha dichiarato Manuel Navarette, direttore del Centro europeo di lotta al terrorismo (ECTC) di Europol, citato da AFP. "La propaganda dell'ISIS è incentrata sulle donne tra i 16 ei 25 anni, un gruppo più vulnerabile alle sue attività e che è facilmente accessibile tramite i social network. L'ISIS si è adattato al nuovo obiettivo", ha aggiunto in conferenza stampa.

Molto presente su Internet e più in particolare sui social network, l'ISIS cerca proseliti in particolare fra le giovani donne, donne che nel corso degli anni hanno acquisito un ruolo molto più "offensivo" che "difensivo" all'interno del gruppo, più di quanto succedeva nei gruppi jihadisti prima dell'avvento dell'ISIS.

Le donne, all'interno dell'ISIS, hanno avuto un ruolo molto più attivo, pur mantenendo la responsabilità per le pulizie, l'affidamento dei figli e il benessere degli sposi, afferma il rapporto.

Quando l'ISIS cominciò a perdere terreno, l'organizzazione "iniziò a chiedere alle donne di assumere un ruolo diverso, di operare come medico o in un modo diverso, non solo come una casalinga tradizionale, spiega Navarette.

Dopo la caduta a marzo del "califfato" dell'IS, il gruppo è rimasto attivo in diversi paesi in Medio Oriente, Africa e Asia e continua ad essere presente su Internet. "La preoccupazione è che questo maggiore coinvolgimento delle donne possa spianare la strada a potenziali cambiamenti importanti", afferma il rapporto dell'Europol, rilevando un aumento di Francia e Regno Unito nell'arresto di donne nell'ambito del terrorismo islamico."

Guarda anche 

In migliaia a Parigi per ricordare il docente ucciso da un rifugiato musulmano

Migliaia di persone si sono riunite a Parigi domenica pomeriggio per una manifestazione di solidarietà per il brutale assassinio di un insegnante per mano di un ri...
19.10.2020
Mondo

Una svizzera uccisa da un gruppo islamico in Mali

Una cittadina svizzera rapita quattro anni fa in Mali è stata uccisa dai suoi rapitori, un gruppo islamico vicino a Al Qaida. Il Dipartimento federale degli affari...
10.10.2020
Svizzera

L'accoltellamento di Morges era un attentato terroristico, "vendetta contro lo Stato svizzero"

L'autore presunto dell'accoltellamento di Morges (vedi articoli correlati) era sotto osservazione dalla polizia federale per possibili legami con il terrorismo is...
17.09.2020
Svizzera

"Il burkini è un simbolo di un’ideologia fascista"

Sono sempre più convinto che gli islamisti attivi in Europa guadagneranno la loro battaglia, e che nel giro di due o tre generazioni una buona parte del nostro Con...
05.09.2020
Ticino