Mondo, 11 giugno 2019

Scontri interetnici in Mali, un centinaio i morti

Un centinaio di morti, case incendiate, animali uccisi: un villaggio in Mali, composto da persone appartanenti all'etnia dogon è stato "praticamente raso al suolo" nel Mali centrale, paese in preda a feroci scontri interetnici. un attacco L'attacco è avvenuto nella notte tra domenica e lunedì.

"E 'uno shock, una tragedia", ha detto il capo della missione delle Nazioni Unite in Mali, Mahamat Saleh Annadif nei corridoi delle Nazioni Unite a New York, mentre si diffondeva la notizia di questo ennesimo massacro. L'attacco segue il massacro del 23 marzo di circa 160 persone appartenente all'etnia Fulani da parte di sospetti miliziani Dogon in questa regione, vicino al confine con il Burkina Faso, che è diventata la regione più violenta del paese.

Dopo l'arrivo nel 2015 del predicatore jihadista Amadou Kufa, che ha fatto proseliti soprattutto tra i Peul, tradizionalmente pastori, gli scontri sono in aumento tra questa comunità etnica e le etnie Bambara e Dogon, soprattutto per il controllo dei terreni agricoli. Dopo l'arrivo dei jihadisti, I Bambara e I Dogon hanno a loro volta creato i loro "Gruppi di autodifesa".

"Uomini armati, sospettati di essere terroristi, hanno lanciato un assalto mortale nel tranquillo villaggio di Sobame Da", noto anche come Sobane-Kou, nel comune Sangha, nella regione di Mopti, ha detto il governo, citato dall'agenzia AFP. Il bilancio provvisorio è di "95 morti e 19 dispersi, numerosi animali macellati e case incendiate" precisa il governo, che annuncia una "massiccia caccia all'uomo per rintracciare i colpevoli" di questa "carneficina".


Guarda anche 

Denunciata perchè teneva degli agnelli nel bagno di casa

La polizia di Winterthur (ZH) è stata chiamata per intervenire in un appartamento durante la notte tra giovedì e venerdì a causa di strani rumori, de...
11.09.2021
Svizzera

Il loro gatto annega nella piscina del vicino, gli fanno causa perchè non era stata coperta

Lo scorso febbraio, il gatto di una coppia residente nel canton Zurigo è morto dopo essere annegato nella piscina di un vicino a Dietlikon (ZH). I due hanno quindi...
05.09.2021
Svizzera

Primo ricorso per conto di un cane in Svizzera

Il cane Lokum è morto mercoledì, ma, suo malgrado, sarà un pioniere dei diritti degli animali in Svizzera. Questo cane di Pomerania (la razza raffigu...
27.08.2021
Svizzera

I benefici del rapporto uomo-animale

La pet-therapy è un tipo di terapia che si svolge sfruttando l’influenza reciproca tra animale ed individuo, infatti, è una pratica già nota da...
10.08.2021
Magazine