Sport, 03 giugno 2019

Reyes viaggiava a 237 km/h al momento dello schianto mortale

Questi i primi riscontri definiti dalla polizia dopo aver analizzato i segni sull’asfalto e i resti della vettura su cui circolava il calciatore

UTRERA (Spagna) – Iniziano a circolare i primi dati e i primi dettagli in merito alla morte di José Antonio Reyes, il calciatore ex Real Madrid, Atletico Madrid, Siviglia, Arsenal che ha perso la vita sabato. Stando a un documento redatto dalla polizia, il 35enne viaggiava a una velocità di 237 km/h sulla strada che congiunge Utrera e Siviglia: proprio l’alta velocità ha causato la perdita del controllo della macchina.


La Mercedes Brabus S550 da 380 CV, infatti, è uscita di strada prima di andare a sbattere, ribaltarsi e prendere fuoco.

Per mesi Reyes, che aveva diverse auto di grossa cilindrata, tra cui una Ferrari, non aveva più utilizzato la Mercedes Brabus e gli inquirenti sospettando che una gomma potesse non essere gonfia a sufficienza: la mancanza di pressione potrebbe aver contribuito all’incidente.

Guarda anche 

L’FC Lugano calma le acque: “Migliorano le condizioni di Renzetti”

LUGANO – Dopo le dichiarazioni rilasciate al “Blick” dal diretto interessato, l’FC Lugano ha rilasciato un comunicato in merito alle condizioni di...
25.10.2020
Sport

Renzetti spaventa tutti: “Non riuscivo a camminare. Dovevo appoggiarmi al muro: mi hanno ricoverato”

LUGANO – Lunedì 12 ottobre l’FC Lugano ha comunicato che il presidente Angelo Renzetti era risultato positivo al coronavirus. Dopo quella notizia si &e...
25.10.2020
Sport

L’ex Arno Rossini analizza la situazione in casa ACB

BELLINZONA - Arno Rossini è granata DOC. Dopo aver seguito tutta la trafila nel settore giovanile, nel 1976 è approdato in prima squadra (“&...
26.10.2020
Sport

Lugano pazzesco: cade la capolista

LUGANO - Dati e numeri che autorizzano a sognare o quanto meno a…fantasticare. Il Lugano batte la capolista San Gallo (1-0, rete di Lavanc...
25.10.2020
Sport