Ticino, 03 giugno 2019

"Il parco nazionale era un progetto troppo vincolante"

Sindaca da tre anni e attiva in politica da 15, Claudia Boschetti è prima cittadina del comune di Blenio, uno dei comuni più estesi e frammentati del canton Ticino. Ma che cosa significa dover amministrare un territorio tanto grande alla periferia del Ticino? Lo abbiamo chiesto a lei, per cercare di capire cosa significa vivere e amministrare un comune cosidetto periferico, comuni che devono far fronte a problemi e sfide diverse dai centri urbani a cui spesso viene data meno attenzione rispetto a quanto succede nel resto del cantone.

Signora Boschetti, che cosa l'ha avvicinata alla politica, e più nello specifico alla Lega dei Ticinesi ?

Mi sono avvicinata alla politica attiva tardi a quarant’anni, ma ho sempre seguito il bene della comunità in genere. In particolare ho seguito da vicino il cammino del movimento della lega dei Ticinesi, anche perché mio marito è un leghista della prima ora. Un movimento che sentivo vicino alle esigenze della popolazione e diretto nel trovare soluzioni.

Lei è sindaca di tutta la parte alta della Val di Blenio, che dal 2006 forma un solo comune. Che cosa significa dover rappresentare un territorio tanto esteso e frammentato?

Effettivamente il comune di Blenio ha un’estensione di 222 kmq, variante tra un altitudine di 700 mlm fino ai 3000 mlm ; un cruccio e un arricchimento. Un cruccio perché le abitazioni molto sparpagliate creano spese importanti basti pensare alla fornitura dei servizi, come la fitta rete stradale o agli acquedotti. Un arricchimento perché abbiamo sulla porta di casa uno spazio immenso che ci permette di svolgere diverse attività sportive e ricreative all’aperto, possibili grazie ad un territorio curato e vissuto da un settore agricolo e forestale ancora molto forte. Una ricca natura incontaminata alpina ci avvolge. In effetti ci sentiamo sempre più complementari ai centri.

Viviamo in un periodo di crescente urbanizzazione e spopolamento delle valli. Lo vivete anche a Blenio? Come farvi fronte secondo lei?
 
Lo spopolamento delle valli è sicuramente un tema sentito e di difficile soluzione, piccole e medie imprese faticano a resistere, ma credo che la qualità di vita garantita ora nei comuni periferici che vantano ottimi servizi, possa gradatamente favorire l’insediamento. In effetti ci sentiamo complementari ai centri.
 
Nel 2016 la popolazione della Val di Blenio aveva bocciato il progetto di Parco nazionale. A quasi tre anni dal voto, ritiene sia stata presa la decisione giusta o ha qualche ripensamento in merito?

Il parco nazionale era un progetto troppo vincolante e il fatto che nessuno dei diversi progetti nazionali sia stato accolto la dice lunga.

Dal punto di vista economico come si porta Blenio? Quali sono i suoi punti di forza?

Il comune di Blenio ha ultimamente investito molto nel rinnovare diversi servizi come le infrastrutture scolastiche o la rete fognaria e sta facendo uno sforzo notevole per rilanciare il settore turistico, puntando su nuove strutture sostenibili come : il centro di Campra, l’osservatorio astronomico di Gorda e il progetto Polisport. Ha un bacino di contribuenti piuttosto stabile e grazie agli indispensabili contributi cantonali raggiunge un moltiplicatore del 95%.

Cosa può fare il cantone per favorire lo sviluppo delle valli?

Il cantone deve considerare le peculiarità dei comuni periferici, fornendo i necessari servizi che possono permettere di mantenere e possibilmente ampliare i posti di lavoro, sostenere il più possibile chi decide di insediarsi e incrementare tutte quelle attività che possono fornire un buon rilancio turistico. Una soluzione di riesame della legge Weber, potrebbe essere un primo punto.

Poniamo che un abitante di Lugano o di Locarno voglia trasferirsi in valle, perchè dovrebbe scegliere Blenio piuttosto che altri comuni vallerani?
 
Blenio è una conca circondata dalle Alpi con un imponente montagna piramidale che la sovrasta: il Sosto. Un paese di 1800 abitanti con tutte le comodità che permette di vivere immersi nella natura, un territorio unico: una ricchezza tutta da scoprire.

KC

Guarda anche 

"Candidato alle federali? Ci sto seriamente pensando"

L’avvocato Battista Ghiggia nel 2015 fu candidato al Consiglio degli Stati, elezione mancata di poco, e in vista delle sempre più vicine elezioni federali di...
20.06.2019
Ticino

"Una grossa parte dei docenti sono dichiaratamente di sinistra"

Ha fatto parecchio discutere il caso di una verifica di una classe di una scuola media del Luganese, verifica in cui veniva chiesto di spiegare perchè gli stranier...
06.06.2019
Ticino

"Gli italiani hanno chiuso la dogana senza dirci nulla"

Attiva in politica sin dalla tenera età, figlia del rimpianto Rodolfo, municipale di Chiasso e Consigliere nazionale da due legislature, Roberta Pantani si è...
30.05.2019
Ticino

"A causa dei socialisti niente AVS complementare per le fasce più deboli"

Architetto di professione, Bruno Buzzini è attivo in politica nella Lega dei Ticinesi da quasi trent'anni. Eletto in Consiglio comunale a Locarno nel 1994, Buz...
24.05.2019
Ticino