Mondo, 02 maggio 2019

Italia: insegnante augura la morte a poliziotti, licenziata

Un'insegnante di Torino che aveva apostrofato un gruppo di poliziotti con un "dovete morire" pagherà con il posto di lavoro i suoi propositi. Come riferiscono i media italiani, Lavinia Flavia Cassaro (nella foto), questo il nome dell'insegnante è stata licenziata dall'Ufficio Scolastico Regionale, la quale le ha notificato nei giorni scorsi il provvedimento, con decorrenza primo marzo, lo stesso giorno in cui venne sospesa.

L'insegnante era stata indagata per istigazione a delinquere, oltraggio a pubblico ufficiale e minacce dopo una manifestazione del 22 febbraio scorso per le strade del centro di Torino, mentre all'interno di un albergo era in corso un evento organizzato dal collettivo Casapound, evento contro cui Cassaro e altri attivisti manifestavano. 

Durante il corteo la donna venne ripresa dalle telecamere mentre insultava i poliziotti e augurava loro la morte. Propositi che, come detto hanno portato al suo licenziamento,
ma che secondo il sindacato degli insegnanti non sarebbero tanto gravi da giustificarne la perdita del posto di lavoro.

"Pare evidente che se Lavinia non fosse stata intercettata da giornalisti affamati di notizie e se, subito dopo, il premier della 'Buona scuola' (un riferimento al premier italiano Giuseppe Conte) non avesse ceduto alla tentazione di individuare una 'cattiva maestra, il caso Cassaro non ci sarebbe mai stato", ha dichiarato  il coordinatore Nazionale Cub Scuola, Cosimo Scarinzi, il quale si dice pronto a "dimostrare l'inconsistenza della contestazione di addebito mossa alla maestra". Un caso di "democrazia autoritaria", secondo Scarinzi, per cui il licenziamento sarebbe "una sanzione sproporzionata".

Secondo il Cub "ingiustizia è fatta" e "il licenziamento appare una sanzione sproporzionata". E promette: "Continueremo a garantire la piena difesa di Lavinia Cassaro sia in sede legale che mediante l'azione sindacale".

Guarda anche 

La Svizzera verserà 20 milioni di franchi all'Italia per gestire i migranti

La collaborazione tra Svizzera e Italia non è delle migliori, in particolare se si pensa che Roma si rifiuta di rispettare gli accordi di Dublino per il trasferime...
19.05.2024
Svizzera

“Sogno ancora la NHL: prima però voglio i playoff”

BOLZANO (Italia) - La scorsa settimana si sono tenuti a Bolzano i Mondiali di hockey del gruppo B, durante i quali ha esordito con la maglia azzurra l’attaccan...
17.05.2024
Sport

Aveva urlato "allah akbar" e causato l'evacuazione di una scuola, non verrà punito

Il richiedente l'asilo che lo scorso 8 dicembre era entrato nel cortile di una scuola di Cortaillod, nel canton Neuchâtel, urlando minacce che avevano causato l...
08.05.2024
Svizzera

“Tadej Pogacar è il favorito, ma occhio alle imboscate”

LUGANO - Mauro Gianetti, il CEO della UAE Emirates, la squadra di Tadej Pogacar, è fiducioso. “Sappiamo bene che lo sloveno è il gra...
07.05.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto