Svizzera, 30 aprile 2019

L'imbroglio dei saldi falsi, denunciate quattro grandi aziende

La Federazione romanda dei consumatori (Frc) accusa quattro aziende di praticare false offerte speciali. Dopo un anno d'inchiesta ne ha querelata una e ha denunciato le altre tre ai ministeri pubblici dei cantoni interessati. La Frc ha analizzato i prezzi di 350 articoli nelle filiali di quattro grandi distributori per verificare se le indicazioni relative ai prezzi rispettassero la legge, indica l'organizzazione in una nota odierna. La Frc sostiene di aver scoperto irregolarità presso Fust, M-electronics, Interdiscount e Conforama.

In quest'ultimo caso "le indicazioni di prezzo ingannevoli erano così massicce" che è stata sporta una querela per concorrenza sleale. Robin Eymann, responsabile della politica economica della Frc, ha precisato all'agenzia di stampa Keystone-Ats che l'esposto è stato presentato alla "giustizia losannese", visto che Conforama Svizzera ha sede nel canton Vaud, a Ecublens.

Ha però aggiunto che le irregolarità riguarderebbero tutto il territorio elvetico, e false promozioni sarebbero state proposte anche sul sito internet dell'azienda. Secondo la Frc alcuni articoli sarebbero rimasti saldati dal giugno del 2018 all'aprile del 2019, senza che sia mai stato praticato il prezzo di base. Inoltre l'offerta speciale avrebbe superato di gran lunga il massimo di due mesi autorizzato dalla legge.

L'estensione di queste pratiche ingannevoli è particolarmente scioccante, ha affermato Sophie Michaud Gigon, segretaria generale della Frc, citata nella nota. L'organizzazione chiede un rafforzamento delle disposizioni legali per far cessare l'operato delle "pecore nere". I controlli pressoché inesistenti e le sanzioni ridicole creano un sentimento di impunità, ha aggiunto Gigon.

Guarda anche 

Un orsetto di peluche pieno di droga trovato a Zurigo

Tre chilogrammi di marijuana cuciti nella pancia di un orsacchiotto di peluche sono stati scoperti di recente da un cane poliziotto all'aeroporto di Zurigo. L'ors...
15.07.2019
Svizzera

Si butta nel fiume per sfuggire alla polizia

Un uomo sospettato di aver rapinato sabato un negozio di elettronica a Bremgarten, nel canton Argovia, è saltato nel fiume Reuss con il suo bottino per sfuggire al...
15.07.2019
Svizzera

Richiedente l'asilo minorenne colpisce la sua insegnante rompendogli la mascella, dopo due giorni di carcere di nuovo libero

Un richiedente l'asilo siriano di 14 anni, residente nel comune argoviese di Möriken-Wildegg, ha aggredito la sua insegnante perchè questo voleva controll...
15.07.2019
Svizzera

Trovato un proiettile inesploso nel lago di Zugo

Un proiettile d'artiglieria inesploso della Prima guerra mondiale è stato recuperato stamane vicino a riva nel lago di Zugo a Oberwil, presso il capoluogo del ...
12.07.2019
Svizzera