Sport, 29 aprile 2019

Junior… mica tanto! Il brasiliano farà l’ultimo regalo al suo Lugano?

In estate quasi sicuramente l’attaccante lascerà la Svizzera per approdare in un campionato più importante. Con le sue reti i bianconeri possono davvero puntare all’Europa

LUGANO – A inizio stagione, bisogna essere onesti, un po’ tutti lo criticavamo. Quella sua ammonizione prima dell’ultima partita del girone di andata, contro il Sion, che gli era costata la squalifica per la sfida di Zurigo (e l’anticipo delle vacanze), aveva fatto mormorare un po’ tutti… ma in questo momento criticare Junior, dalle parti di Cornaredo, è davvero impossibile.

Si pensava che con l’arrivo di Sadiku il gioco del Lugano avrebbe fatto affidamento su di lui, che il buon Armando a suon di reti avrebbe trascinato la squadra di Celestini, dando al tecnico quel terminale offensivo che nella prima parte di stagione latitava. Il bomber della nazionale albanese, però, fin qui ha inciso poco, tanto da trovare la via della rete soltanto in 2 occasioni; nel contempo però Junior ha ritrovato quella verve, quelle giocate, quei guizzi che i tifosi bianconeri avevano già potuto apprezzare lo scorso anno.

13 reti stagionali non sono pochi, il piccolo grande Junior è infatti il miglior marcatore del Lugano e il quarto bomber dell’intera Super League, facendo meglio fin qui di giocatori come Ajeti, Spielmann, Van Wolfswinkel, e rappresenta la vera “pepita d’oro” dei bianconeri in vista del mercato estivo.

Scovato nella Serie C brasiliana, il talento tascabile è cresciuto, è maturato e sta trascinando i bianconeri che, anche a Berna, hanno confermato di esser diventati una vera squadra. L’obiettivo, oltre alla salvezza, deve essere quello di puntare all’Europa, proprio perché la truppa di Celestini può finalmente fare affidamento su un bomber vero. Un bomber che vorrà dare i suoi ultimi aiuti alla squadra che lo ha fatto crescere, prima di migrare verso lidi più importanti durante l’estate: non è un caso che lo stesso allenatore abbia parlato di lui nel campionato spagnolo.

Guarda anche 

Artecasa Lugano: Ecco i vincitori dei premi del design e dell’architettura sostenibile

Svelati e premiati i vincitori dei due prestigiosi premi di artecasalugano ’19 alla presenza della giuria, degli sponsor e degli organizzatori: LDD – Award 19...
21.10.2019
Ticino

“Triste di lasciare Lugano. Un grazie ai tifosi e ai miei compagni, non vi dimenticherò”. Le ultime parole “svizzere” di Spooner

LUGANO – Due storie su Instagram per salutare tutti, per ufficializzare la sua partenza da Lugano e dalla Svizzera: Ryan Spooner ha usato i social per dire “a...
21.10.2019
Sport

Coppa malandrina: Lugano e Ambrì salutano con qualche mugugno (e cerotti)

DAVOS/BIENNE – Niente da fare, la Coppa Svizzera non arriverà in Ticino nemmeno quest’anno: Lugano e Ambrì, infatti, ieri hanno dovuto salutare ...
21.10.2019
Sport

Un punticino, qualche rammarico e un Lugano che in casa non vince mai

LUGANO – Dopo il pareggio colto contro la Dinamo Kiev in Europa League e il successo di Sion, questa volta il Lugano… si è fermato al palo in casa con...
21.10.2019
Sport