Sport, 08 aprile 2019

Kapanen, il nuovo che avanza. Che Lugano possiamo aspettarci?

L’head coach si è presentato oggi e ha fissato obiettivi e necessità. Il suo hockey potrebbe adattarsi in maniera importante al campionato elvetivo

LUGANO – L’ultima immagine di Sami Kapanen in Svizzera era datata 31 dicembre 2018: col suo KalPa Kuopio, infatti, il neo allenatore del Lugano aveva trionfato alla Coppa Spengler battendo in finale il Team Canada per 2-1 ai rigori e mostrando un bel gioco, anche grazie ad alcune individualità di altissimo livello, su tutto l’arco del torneo.

Oggi l’abbiamo rivisto in Svizzera, questa volta in Ticino, indossando per la prima volta la tenuta del suo nuovo Lugano. Non sarà una missione facile quella che attende l’ex NHLers, che dovrà provare a riportare in auge una squadra che nell’ultimo campionato ha completamente fallito i suoi obiettivi, ridando un gioco e alcuni schemi tattici completamente nuovi.

A proposito di gioco e di tattica, Kapanen ha già messo in chiaro le cose. Dinamismo, velocità,
gioco fisico e condizione fisica ottimale. Insomma un mix tra il Lugano canadese visto negli ultimi anni e quelle verticalizzazioni che spesso hanno fatto le fortune negli anni passati di allenatori come Del Curto dalle parti di Davos.

Idee che, se confermate anche sul ghiaccio, potrebbero davvero risultare vincenti e decisive in un campionato fisico, lottato, ma estremamente eclettico e veloce come quello elvetico.

Certo, Kapanen dovrà fare i conti con le partenze di Hofmann e di Merzlikins in primis, dovrà mettere nelle condizioni migliori i futuri bianconeri Suri, Lammer e Zangger – in attesa dell’ufficialità di Zurkirchen – e dovrà essere bravo a mettere nelle mani di Klasen il futuro di questa squadra, ma la sua esperienza dentro e fuori dal ghiaccio potrebbero rendergli meno complicato questo lavoro.

Guarda anche 

Lukas Bernasconi confermato Capogruppo della Lega di Lugano

La Lega di Lugano ha confermato ieri la dirigenza della scorsa legislatura. A guidare la sezione luganese del movimento di Via Monte Boglia sarà quindi Lukas Berna...
18.05.2021
Svizzera

Quel sogno vanamente rincorso...

LUGANO - Il bel gioco è sempre stato un obiettivo del presidente Angelo Renzetti. Sin dal suo esordio sulla scena calcistica bianconera ha messo in primo pian...
18.05.2021
Sport

I derby di basket Anni 70? Sembrano racconti fiabeschi

LUGANO - Per i nostalgici del basket che fu, ricordare i favolosi Anni Settanta e Ottanta del secolo scorso è pura sofferenza perché l’ambie...
17.05.2021
Sport

“Le analisi del presidente? Impulsive ma molto lucide”

LUGANO - Paolo Ortelli, tifoso FC Lugano e di lunga data (nonché presidente del club di sostegno) analizza il difficile momento della squadra bianconera ...
17.05.2021
Sport