Sport, 05 aprile 2019

Rapito durante la partita di calcio… si scatena il panico

In realtà si tratta di una trovata di Ignazio Barbagallo che ha scelto questo modo per dare l’addio al calcio

VIANGRANDE (Italia) – L’ultima grande follia della carriera di Ignazio Barbagallo sta facendo il giro del web: il 55enne, famoso in Sicilia per le sue stravaganze, questa volta ha fatto le cose in grande. Durante Città di Viangrande-Nebrodi, partita di Terza Categoria infatti, ha inscenato un rapimento in mezzo al campo con tanto di elicottero e uomo incappucciato con pistola.

Si è ovviamente scatenato il putiferio sul terreno da gioco: l’arbitro e i giocatori, ignari di tutto, si sono dati alla fuga nascondendosi ovunque. Dall’elicottero sono scesi due uomini incappucciati, di cui uno armato, che dopo aver rapito Barbagallo lo ha obbligato a salire sull’elicottero per il “Servizio Eliminazione Giocatori Finiti”.

La scena non è passata inosservata neanche al Giudice Sportivo che ha deciso che la squadra dovrà giocare le partite interne fino al 31 maggio – il campionato finirà il 28 aprile – altrove. Barbagallo, se volesse tornare a giocare, dovrà aspettare il prossimo campionato, visto che è stato squalificato fino al 1° giugno.

Guarda anche 

VIDEO – A 14 anni lancia un appello a Mihajlovic: “Ho la leucemia, ti aspetto in ospedale e vinciamo assieme questa battaglia”

BOLOGNA (Italia) – “Da martedì sarò in ospedale, non vedo l’ora di cominciare, perché prima comincio e prima finisco”. Cos&ig...
16.07.2019
Sport

L’Inter gioca a Lugano, Icardi gioca con i figli… Wanda si blocca nel lago di Como. Salvata dall’acqua

COMO (Italia) – Domenica si è chiusa la prima parte del ritiro estivo dell’Inter, quella vissuta a Lugano, tra Villa Sassa e Cornaredo, che ha avuto co...
16.07.2019
Sport

“Mancata la freschezza, ma dopo 4 settimane di preparazione…”

LUGANO – Ci ha pensato Mijat Maric, il veterano, il capitano, a fotografare la sfida giocata dal Lugano e persa per 2-1 contro l’Inter, valida per la Casin&og...
15.07.2019
Sport

Celestini tira le orecchie ai suoi: “È mancata la cattiveria che serviva”

LUGANO – È un Fabio Celestini pronto a dire la sua, a rispondere alle domande dei giornalisti e a mettere i puntini sulle i” sotto tutti i punti di vis...
14.07.2019
Sport